Fantozzi: dal 26 Novembre voli Alitalia ridotti

Fantozzi: dal 26 Novembre voli Alitalia ridotti

Roma – Intervenendo al forum Business International il commissario straordinario di Alitalia Fantozzi ha rivelato che da mercoledì 26 Novembre Alitalia ridurrà ulteriormente (e in modo consistente) il numero dei propri voli nazionali e internazionali e mantenendo pressoché inalterati i voli intercontinentali. Una decisione alla quale Alitalia si dice costretta, visto che <<in queste due ultime settimane di transizione, le malattie del personale navigante crescono, c’é un po’ di turbolenza – ha spiegato il commissario – a causa del perdurare del comportamento anomalo nelle procedure operative e tenuto conto delle esigenze della cassa integrazione e degli adempimenti amministrativi per il passaggio a Cai. La decisione mira a dare certezza a chi vola riducendo al massimo i disagi alla clientela e ad arrivare all’ingresso di Cai senza mettere gli aerei a terra>>. Il nuovo piano dei voli è stato già comunicato all’Enac che continuerà a presidiare affinché siano tutelati i diritti dei passeggeri e siano ridotti al minimo i disservizi.
Fantozzi ha anche ribadito che il 30 Novembre si chiude ”economicamente” il discorso per gli asset che andranno a Cai.
Resta ancora da risolvere, perché Nuova Alitalia possa prendere il volo, il problema dell’avvio della cassa integrazione degli attuali dipendenti di Alitalia su cui al ministero del Welfare si sta cercando un accordo in queste ore. Ma anche il via libera dell’Antitrust italiano, e di quelli di altri Paesi come Germania, Spagna, Grecia e Portogallo, dove opera anche AirOne che sarà accorpata ad Alitalia nella Nuova compagnia. E ancora, fra le condizioni poste nel contratto di compravendita fra Cai e Alitalia, l’ok del Monitoring Trustee (l’osservatore esterno nominato dal governo italiano con il consenso della Commissione europea) che deve accertare che gli asset di Alitalia sono venduti a prezzi di mercato. C’è poi la questione legata al partner straniero che, entrando con il 20% nella Nuova Alitalia, avrebbe la maggioranza relativa.
Questo porrebbe a Cai l’onere di dimostrare che l’alleato non è determinante nella gestione e un quesito all’Antitrust europeo. (ore 13:15)

NO COMMENTS

Leave a Reply