Alla vacanza non si rinuncia, parola di italiano!

Alla vacanza non si rinuncia, parola di italiano!

Roma – Pur in tempi di “vacche magre” come quelli che stiamo attualmente vivendo un po’ ovunque nel mondo, la vacanza rimane il rimedio preferito dagli italiani per dimenticare i problemi, specie quelli economici. Secondo Confindustria Assotravel, Associazione nazionale agenzie di viaggio e turismo, che ha messo a punto la consueta rilevazione sulle scelte degli italiani in materia di viaggi e vacanze per il periodo Natale-Capodanno 2008, circa il 40% degli italiani non rinuncerà a partire nel periodo di festa compreso fra Dicembre e Gennaio. Fra i vacanzieri il 70% si recherà da parenti e amici e comunque nelle seconde case, specie in montagna. Dei circa 8 milioni di turisti veri e propri, 3,7 milioni provvederanno da soli a organizzare le proprie vacanze. Saranno invece circa 4,3 milioni gli italiani che si rivolgeranno all’agenzia di viaggi oppure si collegheranno on line alle agenzie via web per scegliere le proprie vacanze.
Aumenta la richiesta di prodotti e “location gay friendly” in Italia, in particolare dal Nord America.
Secondo Fiavet, invece, sembra essersi arrestato il fenomeno del last minute. Il 29% degli italiani, infatti, prenota un mese prima, il 19% due mesi prima, l’11,7% tre mesi prima e soltanto il 18,7% nei 15 giorni antecedenti le partenze e il 10,4% nell’ultima settimana. L’advance booking, attuato negli ultimi tempi da molti tour operator sembra, quindi, prevalere sul last minute. Per quanto concerne le destinazioni, il turista italiano che vuole andare all’estero sceglie in agenzia di viaggio principalmente Spagna, Francia e Corsica, Grecia e Egitto (Mar Rosso), mentre crescono le destinazioni lungo raggio: Giappone, Nuova Zelanda e Polinesia.
Tra le regioni italiane quelle maggiormente richieste in agenzia di viaggio sono la Sardegna, la Sicilia, la Puglia, la Toscana, la Calabria e il Trentino Alto Adige. Fra le regioni acquistate online, al primo posto c’é invece la Calabria seguita da Sicilia ed Emilia Romagna. Quanto al profilo, il turista che maggiormente si rivolge alle agenzie di viaggio o che acquista, sempre tramite quest’ultime, proposte online, è in una fascia di età fino a 34 anni. Così come maggiore è la quota di laureati fra chi sceglie le proposte sul web (37,9% contro 33,6%). Sono gli impiegati e gli insegnanti quelli con maggiori propensioni al viaggio, seguite da pensionati, studenti e libero professionisti. (ore 17:18)

NO COMMENTS

Leave a Reply