Rüsselsheim – Opel ha presentato al Salone dell’Automobile di Pechino (che si concluderà il 28 Aprile prossimo) la versione tre volumi della berlina Astra che si aggiunge alla gamma di cinque modelli già disponibili sul mercato cinese.
Con la nuova Astra a 4 porte, la Casa tedesca sarà in grado di rispondere meglio alla sostenuta domanda del mercato cinese, dove le berline a tre volumi sono preferite dall’85% degli automobilisti. Astra berlina a 5 porte e GTC 3 porte hanno già riscosso un notevole consenso tra il pubblico cinese e sono i modelli Opel più venduti in questo Paese, dove sono disponibili anche Astra TwinTop, Vectra e Zafira. Dotata del famoso parabrezza panoramico, Opel Astra GTC è stata recentemente indicata come ”Automobile più alla moda” dal Centro Commerciale Cinese per le Automobili di Importazione e da sina.com, il maggiore portale web cinese. In Cina, dove nel solo 2007 sono stati venduti quasi 8.500.000 autoveicoli, Opel, che l’anno scorso ha venduto poco più di 3.700 automobili, è una marca di nicchia, che produce modelli di alta qualità. Con l’introduzione dei nuovi modelli la Casa tedesca conta oggi di ampliare le sue vendite e di portare entro la fine dell’anno la rete da 38 a 45 concessionarie. Con i suoi 2.703 mm, il passo di Opel Astra 4 porte è uno dei più lunghi delle categoria. Ciò ha permesso di realizzare un abitacolo particolarmente ampio dove non c’è solo molto spazio per i passeggeri posteriori, ma anche un bagagliaio la cui capacità può essere portata dagli originali 490 a 870 litri ripiegando semplicemente i sedili posteriori di diversa larghezza. Opel Astra berlina 4 porte monta il modernissimo motore 1.800 ECOTEC a benzina da 140 CV (103 kW) che si segnala per consumi contenuti, compatibilità ambientale e prestazioni sportive.
Un’altra novità per il pubblico cinese è rappresentata dal prototipo a propulsione elettrica Opel Flextreme che utilizza una potente batteria gli ioni di litio.
La tecnica tedesca, che anche in Cina gode di ottima reputazione, è destinata una volta di più ad impressionare favorevolmente la stampa ed il pubblico con il prototipo Opel Flextreme che, dopo essere stato presentato in anteprima mondiale al Salone di Francoforte dello scorso anno, è esposto anche a quello di Pechino. Questo veicolo a propulsione esclusivamente elettrica attinge l’energia necessaria da una potente batteria agli ioni di litio, ma dispone anche di un motore 1.300 turbodiesel common-rail che può essere utilizzato come generatore di bordo di ulteriore elettricità. In questo modo Opel Flextreme emette meno di 40 g/km di CO2 e ha il potenziale per diventare un’efficace soluzione ai problemi di inquinamento atmosferico. (ore 15:10)