Torino – Il Gruppo Fiat ha diffuso i datai relativi al primo trimestre 2008, dai quali è emerso che i ricavi hanno superato i 15 miliardi di euro (circa il 10% in più rispetto al 2007), il più alto livello per un primo trimestre nella storia del Gruppo. Al risultato hanno contribuito tutti i business.
Il risultato netto del gruppo Fiat nel primo trimestre è pari a 427 milioni di euro a fronte dei 376 milioni dell’analogo periodo 2007. Il risultato ante imposte è aumentato di 62 milioni di euro raggiungendo i 636 milioni di euro: la significativa crescita della performance operativa è stata parzialmente ridotta da un peggioramento di 154 milioni di euro, derivante dalla valutazione a valori di mercato di due equity swap relativi a piani di stock option.
Fiat Group Automobiles, in particolare, ha realizzato nel primo trimestre dell’anno un risultato della gestione ordinaria di 193 milioni di euro (2,8% dei ricavi), di poco superiore al livello registrato nel 2007, ma in aumento di 81 milioni di euro (+53%) se si escludono le componenti non ricorrenti.
Tutti i target del gruppo Fiat per il 2008 sono stati confermati, compresa la disponibilità netta industriale a fine anno di 1,5 miliardi euro (escludendo l’impatto di ulteriori acquisti di azioni proprie).
Il Gruppo Fiat ha chiuso il primo trimestre con un indebitamento netto industriale di 1,1 miliardi di euro determinato da una crescita stagionale del capitale di funzionamento per 1,3 miliardi di euro, acquisizioni per 0,1 miliardi di euro e acquisti di azioni proprie per 0,2 miliardi di euro. La liquidità rimane forte a 4,8 miliardi di euro.
Il risultato della gestione ordinaria ha raggiunto, nel primo trimestre 2008, i 766 milioni di euro, in aumento di 171 milioni di euro (+28,7%) rispetto al 2007, con un margine sui ricavi in miglioramento dal 4,4% al 5,1%.
<<Sono soddisfatto, è un buon trimestre>>, ha affermato l’ad del gruppo Fiat Sergio Marchionne in merito ai conti trimestrali. (ore 11:00)