Un Centro Prove Bosch in Mongolia

Un Centro Prove Bosch in Mongolia

Ulunbeier – Inaugurato di recente in Cina a Yakeshi, nella regione della Mongolia interna, il più grande Centro Prove invernali Bosch dove vengono collaudati i sistemi di sicurezza degli autoveicoli dei produttori dell’area Asia-Pacifico. Oltre 17 milioni di euro di investimento per realizzarlo. Circuiti, uffici e aree prova distribuite su 1,86 milioni di mq di superficie. Condizioni climatiche estreme per validare tutti i dispositivi di sicurezza. La Cina sta vivendo uno sviluppo senza precedenti e il mercato auto è uno dei settori più dinamici. Bosch è presente sul territorio con stretti rapporti di partnership con le case auto internazionali e cinesi, arrivando a conquistare la leadership nella fornitura ad alto contenuto tecnologico. Bosch in Cina conta 6 sedi commerciali, 14 impianti di produzione, 3 centri di Ricerca e Sviluppo e 6 joint venture con un totale di 23 mila collaboratori. L’Automotive Test and Technology Center si estende per 1,32 milioni di mq sulla superficie di un lago e per ulteriori 540 mila mq sulla terraferma. Questi ultimi comprendono una pista con fondi ad aderenza differenziata e pendenze del 10, 15 e 20%, mentre sul lago si trovano una pista ghiacciata, un circuito innevato e un anello misto ghiaccio-neve, nonché un tracciato per i test di manovrabilità. Il centro include anche un’officina e un’area uffici per 2.560 mq Complessivamente il centro Bosch si sviluppa su di una superficie di oltre 1,86 milioni di mq. Situata a 1.100 km a nord di Pechino, la città di Yakeshi ha le condizioni climatiche ideali per provare e validare i sistemi e i dispositivi elettronici di sicurezza: l’inverno dura 6 mesi, da novembre ad aprile, con temperature medie di -30°C. Le temperature, mantenendosi sempre basse, consentono di avere condizioni uniformi in cui testare i software dei sistemi di sicurezza che richiedono un’accurata messa a punto.Il centro collauderà i sistemi ABS, TCS ed ESP. Sono inoltre previsti test su tecnologie del programma CAPS (Combined Active and Passive Safety) e il sistema di gestione dinamica VDM (Vehicle Dynamic Management). Werner Struth, Presidente della divisione Chassis Systems Control di Bosch, ha dichiarato: “Ci stiamo impegnando per soddisfare la domanda di nuove tecnologie di sicurezza sul mercato cinese sia da parte delle case auto, sia da parte degli automobilisti locali”. Il Gruppo Bosch è leader internazionale nella ricerca e nella produzione di tecnologie per autoveicoli, industriali, costruttive e di beni di consumo con un fatturato nel 2007 di 46,3 miliardi di euro, investendo più di 3 miliardi di euro in Ricerca & Sviluppo. Fondato a Stoccarda nel 1886 da Robert Bosch (1861-1942) come “Officina meccanica di precisione ed elettrotecnica“, il Gruppo Bosch comprende oggi una rete di produzione, distribuzione, assistenza clienti con circa 300 filiali nel mondo. Nel 2007, il 76% delle autovetture e dei veicoli commerciali leggeri prodotti a livello internazionale era provvisto di ABS.(ore 11.00)

NO COMMENTS

Leave a Reply