Roma – Attimi di paura per i 266 passeggeri del Boeing 777 dell’Alitalia con 236 passeggeri a bordo e sei membri d’equipaggio.
Il velivolo decollato alle 9:55 da Fiumicino per Miami, infatti, è stato costretto a rientrare poco dopo il decollo per un guasto tecnico a uno dei due motori. L’aereo è comunque atterrato senza nessuna difficoltà e i passeggeri sono scesi normalmente dalle scalette. Secondo quanto si è appreso, il comandante del Boeing battezzato «Ostuni», venti minuti circa dopo il decollo, avrebbe rilevato l’accensione de una spia d’allarme che segnalava un’anomalia nella pressione dell’olio del motore sinistro, così dopo avere chiesto l’autorizzazione alla torre di controllo per l’atterraggio senza procedura d’emergenza, è atterrato sulla pista denominata «16 destra». (ore 16:00)