Parigi – Dopo l’annuncio della forte perdita registrata nel 2008 (cash flow negativo per 3,76 miliardi), il Gruppo Psa Peugeo-Citroen, ha comunicato il taglio di oltre 11 mila collaboratori da “eliminare” ovunque ma non in Francia (per rispettare gli accordi presi con il Governo per avere accesso agli aiuti legati al settore automobilistico).Secondo il 
il direttore finanziario, Isabel Marey-Samper queste persone lasceranno volontariamente il Gruppo. Secondo Jean-Luc Vergne, responsabile delle risorse umane, gli esuberi potrebbero essere tra 10 mila e 12 mila unita«. Il gruppo Peugeot Citroen ha 207.850 addetti a livello mondiale.
Per quest’anno il presidente Christian Streiff stima ancora «un anno di perdite» con un primo semestre «particolarmente difficile». L’obiettivo è «ritornare all’utile nel corso del 2010» in particolare grazie a tagli dei costi. (ore 13:00)