Roma – Prorogata nuovamente (stavolta al 2010) la data di entrata in vigore delle nuove limitazioni per i “neopatentati” secondo quanto stabilito dall’articolo 24 del decreto legge Milleproroghe, che modifica quanto previsto dal Codice della strada.
La misura oggetto di proroga – si legge nel Servizio studi della Camera – preclude ai titolari di patente di guida di categoria B, per il primo anno dal rilascio, la guida di autoveicoli aventi una potenza specifica, riferita alla tara, superiore a 50 Kw/t.
Durante l’esame in Senato del decreto legge Milleproroghe è stata anche introdotta una modifica che consenta di rendere più semplice la personalizzazione della propria auto o moto nuove o in circolazione. La modifica prevede che “salvo che non sia diversamente stabilito, i sistemi, componenti ed entità tecniche approvati dai suddetti decreti possano essere installati senza che sia necessario ottenere il nulla osta della casa costruttrice del veicolo previsto dall’articolo 236 del regolamento di esecuzione del Codice della Strada”.
Sempre in tema di novità da inserire nel Codice della Strada, c’è da rilevare che il Governo sta pensando ad una norma che impedisca di conseguire il patentino a quei ragazzi che risulteranno positivi al test antidroga. Ad annunciarlo è stato il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Carlo Giovanardi che ha spiegato: <<Oggi non è previsto che a un ragazzino che chiede il patentino per il motorino venga fatto il test antidroga. Vogliamo introdurre una norma perché il ragazzo deve sapere che, se viene trovato al test positivo, non avrà né patentino né patente. Andrà a piedi per salvaguardare la sua incolumità e quella degli altri>>. Giovanardi ha quindi spiegato che, per ora, l’esperimento dovrebbe essere fatto in quattro città: Foggia, Verona, Cagliari e Perugia. (ore 11:50)