Milano – Il Centro Studi e Documentazione Direct Line, compagnia di assicurazioni auto diretta numero uno in Italia, ha reso noti i risultati di un’indagine svolta dall’istituto di ricerca Nextplora secondo cui i pedoni italiani si sentono poco sicuri a camminare per le vie delle città.  Solo il 15% degli intervistati dichiara infatti di sentirsi “molto sicuro” mentre il 38% ammette di “non sentirsi sicuro”. Inoltre pare che gli automobilisti, quando sono alla guida, dimentichino di essere anche dei pedoni e oltre che distratti e indisciplinati sono spesso anche scortesi. Il 59% degli intervistati dichiara di essere poco tollerante nei confronti degli automobilisti che passano in velocità nelle pozzanghere noncuranti dei pedoni, il 56% è invece infastidito dagli automobilisti che occupano il passaggio per i disabili, da quelli che parcheggiano sui marciapiedi (52%) e in doppia o tripla fila (53%). Quali sono i pericoli che preoccupano ogni giorno i pedoni? Il 70% degli intervistati ritiene che un grande pericolo sia rappresentato dall’elevata velocità di guida in città, il 68% considera invece pericolosi gli automobilisti che passano con il semaforo rosso, il 59% ritiene che un altro rischio sia rappresentato da una guida distratta e dall’uso del cellulare alla guida, infine il 52% considera pericolosi gli automobilisti che non rispettano i pedoni negandogli la precedenza e non fermandosi in prossimità delle strisce pedonali. Non sono solo le auto a mettere a rischio la vita dei pedoni. Dalla ricerca emerge infatti che un altro pericolo per i pedoni è costituito dalle condizioni disastrate delle strade cittadine e dalla mancanza di controlli e di una corretta segnaletica stradale. Il 54% degli intervistati giudica pessime le condizioni delle strade italiane, il 49% considera un pericolo i marciapiedi occupati, il 44% ritiene che ci siano scarsi controlli da parte dei vigili urbani e infine il 34% considera pericolose le strisce pedonali invisibili a causa della mancanza di una corretta illuminazione e segnaletica. (ore 11:05)