Bologna – Dal 2010 le motorizzazioni del crossover Volvo XC60 e della XC70 verrano ampliate dalla versione DRIVe a trazione anteriore alimentata dal motore 2.4D. Le emissioni di CO2 saranno di 159 g/km e i consumi di carburante rappresenteranno i migliori della categoria: 6,0 l/100 km per entrambe le vetture. Oltre alla trazione anteriore, una serie di piccole migliorie consentono al nuovo modello di ottenere emissioni di CO2 e consumi competitivi. I motoristi di Volvo Cars sono inoltre riusciti a ridurre gli attriti nel motore diesel e a diminuire il calo di pressione nel sistema di aspirazione e di scarico. L’alimentazione a iniezione è resa più efficace grazie all’ultima generazione di pompe ad alta pressione, e lo schema di iniezione è stato perfezionato con l’aiuto di un sistema piezoelettrico. Ora il motore gode di una minore compressione, di una combustione più efficiente e di un software di ultima generazione in fatto di gestione del motore. In più, il turbocompressore unico è stato ottimizzato per fornire un’elevata coppia da bassi regimi di rotazione. I rapporti del cambio sono stati ottimizzati per poter guidare l’auto in modo economico. Ad esempio, quando si viaggia a 100 km/h nel rapporto più alto, i giri del motore e quindi i consumi di carburante sono inferiori con la nuova catena cinematica. Una parte importante del processo di miglioramento è stata quella di mantenere le proprietà di guida sportiva, un elemento fondamentale del fascino di questa automobile.(ore 11:45)