Modena – Per i laureati in ingegneria sta per prendere il via la nona edizione del Master Universitario di secondo livello in ingegneria del veicolo. Grazie a questo Master, comprendente  millecinquecento ore di lezioni, studio e stage, gli anni scorsi 120 ingegneri delle più prestigiose università italiane ed estere sono stati assunti da aziende leader  del settore: Ferrari, Ducati, Maserati, Lamborghini etc. Nell’ultima edizione, ad esempio, il 90% dei frequentanti sono stati inseriti nell’azienda in cui avevano svolto lo stage. Si tratta dunque di un’opportunità importante tanto più in un momento di crisi, anche occupazionale, come l’attuale. Il Master viene proposto dalla Facoltà di Ingegneria dell’ Università di Modena, Democenter-Sipe e Nuova Didactica ed è stato il primo di questo tipo in Italia, nato non a caso nel cuore della Motor Valley. Il percorso prevede 500 ore di lezione frontale, 500 di studio individuale e 500 di stage. L’azienda che in questi anni ha accolto più studenti è stata Ferrari (32), seguita da Lamborghini (25) e Magneti Marelli (16). Ma tra quelle nelle quali si può svolgere lo stage troviamo anche Maserati,VM, Ducati Corse, Case New Holland, Lombardini, Dallara, Landi, Toro Rosso, HPE, Volkswagen Group, CRP Technology e CRP Racing, Oral Engineering, Bridgestone, Bosch e Benelli. Obiettivo del Master è sviluppare le competenze necessarie per inserire i giovani ingegneri nei reparti di ricerca e sviluppo, progettazione e simulazione,produzione e acquisti di aziende che progettano e realizzano Veicoli e Motori. Le iscrizioni alla nona edizione chiuderanno il 17 aprile. Cinque giorni più tardi inizieranno le selezioni e l’11 maggio prenderà avvio il Master. Lezioni e studio fino al prossimo novembre, quando partiranno le 500 ore di stage.(ore 10:15)