Ginevra – In merito all’inquinamento provocato dal trasporto aereo, Iata, Associazione internazionale del trasporto aereo, Canso,  Aci Europa, e Eurocontrol, durante il vertice Aviazione e Ambiente, organizzato dall’Atag (Air Transport Action Group), hanno reso noto un piano che, entro la fine del 2013, ridurrà le emissioni di CO2 degli aerei di 500.000 tonnellate l’anno ricorrendo all’ avvicinamento in discesa continua in 100 aeroporti europei.  Giovanni Bisignani, Direttore Generale e Ceo della Iata, ha anche discusso sui successi  dell’aviazione nelle riduzione delle emissioni:<< Quest’anno ci aspettiamo un calo del 7,8% nelle emissioni globali di Co2 dell’aviazione. Di questo, il 6,0% dipende da un previsto calo di capacita’ e il restante 1,8% e’ in relazione diretta con la nostra strategia sul cambiamento climatico, e in particolare dal miglioramento delle tecnologie, delle operazioni e delle infrastrutture>>. A Ginevra Bisignani ha parlato dei progressi ottenuti nel settore biocarburanti: <<Il recente successo dei test condotti da Continental, Jal, Air New Zealand e Virgin ha dimostrato che i biocarburanti sostenibili di nuova generazione funzionano. Abbiamo fatto dei progressi fantastici. Ottenere la certificazione per il 2010 o 2011 e’ una possibilita’ reale>>.(ore 11:45)