Roma – Il design di Mercedes-Benz SLS AMG evidenzia in modo lapalissiano le contaminazioni del mondo dell’aeronautica come dimostrano inequivocabilmente le portiere con apertura ad ali di gabbiano. La caratteristica stilistica peculiare è rappresentata dal cruscotto, la cui potente forma ad ala conferisce un’impressione di ampiezza. Le quattro prese dell’aria sferiche ricordano i motori di un jet. Alla cabina di un aereo si ispira, per linee e design, anche la console centrale, denominata “Silver Shadow”, in alluminio ricavato dal pieno, in cui confluiscono tutti i controlli centrali, compresa la AMG DRIVE UNIT, inclinata verso il pilota. A richiesta, la console centrale e gli altri elementi sono disponibili anche in fibra di carbonio. Grazie alla tecnologia “drive-by-wire”, la leva del cambio E-SELECT controlla il cambio a 7 marce AMG SPEEDSHIFT DCT 7. La sua forma richiama immediatamente il controllo della propulsione di un jet e lo stesso vale per i pannelli interni concavi delle portiere ad ali di gabbiano. La linea di cintura alta rafforza l’idea di una cabina di pilotaggio, trasmettendo al tempo stesso una sensazione di sicurezza. Tutti i controlli sono ergonomicamente raggruppati attorno al cruscotto, facilmente raggiungibili ed intuitivi. I sistemi di controllo ed il display seguono i consolidati principi Mercedes-Benz: facilità di identificazione delle funzioni principali ed accesso rapido alle funzioni utilizzate con maggiore frequenza.  La massima sicurezza passiva degli occupanti è garantita da cinture di sicurezza a tre punti, pretensionatori, limitatori di forza ed otto airbag: due airbag adattivi e un airbag ginocchia per pilota e passeggero, oltre a due airbag laterali integrati nei sedili, per la massima protezione degli occupanti e due diversi airbag a finestrino, che dipartono dalla linea di cintura della portiera. (ore 18:15)