Roma – Il ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Altero Matteoli ha confermato che scadendo il 30 Aprile la moratoria di quattro mesi, a partire dal primo Maggio ci <<sarà lo sblocco delle tariffe per tutte le concessionarie che hanno i requisiti>>.
<<Ne diamo atto al Governo – ha detto il presidente dell’Aiscat, Fabrizio Palenzona – ma ci sono ancora funzionari che cercano di mettere i bastoni tra le ruote. La politica deve avere l’autorità e l’autorevolezza di fare scelte strategiche che poi il sistema burocratico deve attuare. Questo sistema non può essere autorefenziale. L’incubo è finito: significa che noi siamo diventati europei» A chiudere il cerchio il dl milleproroghe che ha finalmente sganciato i concessionari dalla zavorra del divieto di agire e operare secondo logiche di gruppo>>.
Le concessionarie autostradali – in cambio della possibilità di aumentare le tariffe – sono pronte a investire oltre 4 miliardi di euro per il 2009. «Dobbiamo investire per dare un contributo per uscire dalla crisi, ma abbiamo bisogno di regole certe – ha dichiarato Palenzona aprendo l’assemblea dell’Aiscat – siamo impegnati fortemente in un quadro di rilancio del Paese. Abbiamo bisogno di regole certe per fare investimenti cospicui: quest’anno faremo 3 miliardi di euro di investimenti per tutto il settore e pensiamo di riuscire ad anticipare oltre 1 miliardo» del budget 2010. Si tratta di investimenti per circa 3 miliardi ogni anno per il periodo 2009-2011>>.
Nel 2008 il quadro delle infrastrutture autostradali si conferma «sostanzialmente immutato».  (ore 14:00)