Milano – Secondo le previsioni: la prima domenica di Agosto ha ha registrato traffico intenso ma abbastanza regolare sul fronte stradale e autostradale, a parte l’empasse assurda al Passante di Mestre con 30 chilometri di coda e la conseguente apertura di un’inchiesta per accertarne le responsabilità e i motivi. Otto milioni, secondo le stime, gli italiani che si sono messi in viaggio per le vacanze nel week-end. Sulla rete di Autostrade per l’Italia il traffico si è svolto senza grandi problemi. Sulla A9, tra Como e Chiasso, ci sono stati tre chilometri di fila dovuti ai controlli doganali svizzeri e per l’acquisto delle “vignette” richieste per utilizzare le autostrade elvetiche. Traffico intenso si è registrato sull’ Adriatica con affollamento a livello locale nei pressi delle maggiori località balneari tra Cattolica e Pesaro. Sulla A 14 c’è stato un incidente tra Lanciano e Val di Sangro che ha creato cinque chilometri di coda che sono stati smaltiti in breve tempo.  Sulla Salerno-Reggio Calabria è stato necessario attuare chiusure temporanee di alcuni tratti in direzione Nord (Padula – Lauria Nord e Altilia – Falerna), in corrispondenza di alcuni cantieri inamovibili, per evitare il blocco in direzione della Sicilia.
All’aeroporto di Fiumicino, dove sono transitati 360mila passeggeri tra venerdì e domenica, si è registrata una situazione critica a causa dell’overbooking  (venduti più biglietti rispetto ai posti disponibili) su alcuni voli Alitalia con i passeggeri che non hanno potuto imbarcarsi nonostante biglietti regolarmente comprati mesi fa e diretti a Istanbul, Caracas, Boston, Atene. Per ovviare ai disagi Alitalia ha previsto indennizzi di 250 euro per i voli internazionali e di 750 per quelli intercontinentali. I disagi hanno coinvolto un centinaio di passeggeri di cui oltre 80 sono comunque partiti per le destinazioni previste, riprotetti su altri voli, mentre per a chi potrà partire oggi saranno rimborsate le spese di pernottamento. Sono stati 250 i voli Alitalia decollati domenica da Fiumicino e 150mila i passeggeri trasportati dalla compagnia. 
Disagi anche a Malpensa dove duecento turisti diretti in Egitto, a Marsa Alam, sono partiti con diverse ore di ritardo a causa di un problema tecnico all’aereo della Blue Panorama sul quale dovevano imbarcarsi.
Partiranno oggi  150 passeggeri che avevano comprato un biglietto della compagnia egiziana Amc Airlines per Sharm el Sheick. Il volo, partito da Cagliari è tornato indietro dopo che sulla Sicilia gli strumenti di bordo hanno registrato un guasto tecnico.
MALTEMPO – La avverse condizioni atmosferiche, come annunciato al meteo, hanno raggiunto le regioni nord occidentali provocando grandinate e allagamenti soprattutto in Piemonte. Il maltempo si estenderà nelle prossime ore a tutto il Nord.
CALDO – Anche oggi allarme caldo in 11 città italiane: Bologna, Ancona, Bari, Brescia, Campobasso e Milano con allerta di “livello 3” (quello contrassegnato dal colore rosso, che impone l’adozione di “interventi di prevenzione mirati”) a Civitavecchia, Messina, Perugia, Rieti e Roma.
INCIDENTI – E’ stato di due morti e due feriti il bilancio di un incidente che ha coinvolto due autovetture al km 724 della A1 Milano – Napoli, tra Capua e S. Maria Capua Vetere, in direzione di Napoli. Sul luogo dell’incidente, avvenuto ieri pomeriggio, si sono registrati circa 3 km di coda. Sono intervenuti il personale della Direzione VI Tronco di Cassino, i soccorsi medici e meccanici e le pattuglie della Polizia Stradale
Altro incidente in montagna dove è morto un escursionista. L’uomo, un cinquantenne residente a Mandello del Lario (Lecco), è stato trovato morto dai tecnici del Soccorso Alpino di Lecco. Il lecchese, un appassionato cercatore di funghi, è probabilmente scivolato mentre stava percorrendo un sentiero sopra Casargo, in Valsassina, facendo un volo di almeno una settantina di metri.  Le ricerche, che hanno coinvolto gli uomini del Soccorso Alpino, i vigili del fuoco di Lecco e i carabinieri di Casargo, erano iniziate già sabato sera quando i parenti, non vedendolo rientrare a casa, hanno fatto scattare l’allarme. Nei giorni scorsi altri escursionisti hanno perso la vita in montagna. 
INCENDI – Sono stati 56 gli incendi divampati ieri in tutta la Penisola. I roghi sono concentrati soprattutto in Campania, la regione più colpita dalle fiamme con 22 incendi. Seguono la Calabria con 12 roghi, il Lazio con 10, la Puglia con 5, la Liguria con 4 e infine la Basilicata con 3 incendi. Le province più colpite dalle fiamme sono state Benevento con 8 roghi, Salerno con 7, Cosenza con 5, Catanzaro con 4, Potenza, Reggio Calabria, Napoli, Avellino e Latina ciascuna con 3 roghi. (ore 09:00)