Roma – Traffico già caotico sulle strade delle vacanze: code stressanti nei tratti ritenuti di maggiore impegno veicolare. Automobilisti armati di pazienza e soprattutto già allertati dalla circostanza che dalla mezzanotte entreranno in vigore le prime norme con applicazione immediata che riguardano i comportamenti degli automobilisti. Il pacchetto sicurezza ha infatti anticipato una serie di modifiche al Codice della strada, in vista del grande restyling delle regole della circolazione previste per l’Autunno: il provvedimento che sostituirà una cinquantina di articoli del codice è rimasto all’esame del Senato, almeno fino a tutto Settembre. La prima stretta agostana sulle regole stradali torna a colpire i conducenti dediti all’abuso di alcol e droghe: la sospensione della patente verrà raddoppiata se il conducente non è il proprietario del veicolo. Guai anche a chi pensa di cavarsela girando fin troppo allegro in bicicletta o monopattino: la guida in stato di alterazione psichica comporterà comunque la sospensione della patente di guida, ovviamente per chi ce l’ha. L’ebbrezza notturna, tra le 22 e le 7, sarà inoltre punita ancora più duramente: il giudice, trattandosi di reato, dovrà aumentare le pene da un terzo fino alla metà senza considerare, almeno in prima battuta, eventuali attenuanti a vantaggio del colpevole. Sanzioni pecuniarie aumentate fino a un terzo, da subito, anche per l’eccesso di velocità, l’omissione di precedenza e lo sforamento dei limiti di orario giornaliero per i conducenti professionisti. L’unica concessione al portafogli riguarda chi provoca incidenti notturni (tra le 20 e le 7), che non pagherà più la multa aggiuntiva di 200 euro introdotta dal governo Prodi esattamente due anni fa. Subito a regime, infine, anche il giro di vite sul rilascio e la revoca delle patenti: niente licenza, o ritiro immediato, per i delinquenti professionali, abituali o per tendenza (“titoli” che devono derivare da sentenze penali) e per chi è sottoposto a misure di sicurezza e di prevenzione (notificate dal questore). La prima tranche di “strade sicure” finisce qui. Il grosso della riforma del Codice è rimandato al disegno di legge fermo al Senato, che darà un’ ulteriore stretta sui neopatentati (pene più severe e limiti di potenza alle auto), ma anche nuove regole sull’utilizzo degli autovelox, impendendo a comuni ed enti locali di fare “cassetta” sulle strade di grande comunicazione che li attraversano.
Automobilista avvisato.. Ed a proposito di avvisi ne forniamo uno utilissimo che è quello relativo ai numeri utili. Chi viaggi ha uno strumento in più per togliersi da eventuali guai.
– AUTOSTRADE PER L’ITALIA 840.04.2121
Call center attivo 24h su 24 per richiedere informazioni su transitabilità e previsione del traffico sulla rete, condizioni meteorologiche in atto e previste.
– CCISS 1518
Il servizio, attivo 24 ore su 24, fornisce informazioni su viabilità e circolazione stradale.
– ACI 803.116
A disposizione dei soci e dei clienti, attivo 365 giorni l’anno, 24 ore su 24, per la richiesta dei servizi Aci in Italia (soccorso stradale, auto sostitutiva, ecc…)
– ANAS 841-148
Attivo 7 giorni su 7, compresi i festivi, 24ore su 24, dalle 08:00 alle 20:00 attraverso un servizio di Contact Center e dalle 20:00 alle 08:00 attraverso una segreteria telefonica, fornisce informazioni, segnalazioni o suggerimenti riguardanti la rete stradale Anas.
– VIAGGIANDO 89.24.89
Centro coordinato da Servizi utenza stradale che fornisce informazioni utili sulla viabilità e la percorribilità delle seguenti tratte:  A4 tra Trieste e Brescia,
A23 tra Udine Sud e la A4, A28 Portogruaro-Sacile Ovest, A31 Vicenza-Piovene Rocchette, A21 Brescia-Piacenza.
– MOTIVE SERVICE 800.800.315
Servizio di assistenza stradale
– Le principali autostrade
840-708708: A4 Torino-Milano, A5 Quincetto-Ivrea-Torino, A5 Aosta – Raccordo San Bernardo, A21 Torino – Piacenza, A32 Bardonecchia – Torino.
892.489:  A4 Brescia – Padova, A4 Padova – Mestre, A4 Mestre – Trieste – Udine, A21 Piacenza – Brescia, A28 Portogruaro – Pordenone – Conegliano, A31 Trento – Vicenza – Rovigo.
707.340:  A 10 Ventimiglia – Savona.
800.279940: A22 Brennero – Verona – Modena.
800.043330: A15 Parma – La Spezia.
800.708708: A33 Asti – Cuneo.
– Verso l’estero. I trafori autostradali
890.411: T1 Monte Bianco.
0165.780902: T2 Gran San Bernardo.
840.708708: T4 Frejus. (ore 13:00)