Yokohama – Nissan Motor Co., Ltd. è tornata alle origini, inaugurando a Yokohama il nuovo edificio che ospiterà il quartier generale dell’azienda, progettato nel segno della tutela ambientale e della riduzione di consumi energetici ed emissioni di CO2. Nel corso della cerimonia Nissan ha presentato anche Leaf (della quale abbiamo già riferito ai nostri lettori nella rubrica “Novità” il 10 Agosto, ndr), la prima automobile al mondo a emissioni zero con un prezzo accessibile, studiata per rispondere alle reali esigenze dei consumatori. Nissan Leaf ha un’autonomia di oltre 160 km con una sola carica e sarà lanciata in Giappone, Stati Uniti ed Europa alla fine del 2010.
<<Il simbolismo della nostra nuova sede è evidente – ha dichiarato Carlos Ghosn, presidente e ceo di Nissan – Torniamo nel luogo dove Nissan è stata fondata nel 1933 e celebriamo una nuova era per la nostra azienda e per la mobilità. Oggi è una data storica, che ci permette di guardare con speranza e fiducia al futuro>>. Insieme con Ghosn, alla cerimonia di inaugurazione erano presenti l’ex primo ministro Junichiro Koizumi, il governatore della Prefettura di Kanagawa Shigefumi Matsuzawa e il sindaco di Yokohama Hiroshi Nakada.
Dal punto di vista ambientale, l’ente giapponese Casbee (Comprehensive Assessment System For Building Environmental Efficiency) ha assegnato il massimo punteggio alla sede Nissan: la valutazione “S”. Le emissioni di CO2 saranno inferiori di oltre il 16% rispetto alla precedente sede aziendale di Ginza, a Tokyo, e l’efficace sfruttamento delle risorse naturali permetterà un uso più razionale dell’energia.
Progettato da Yoshio Taniguchi, il nuovo edificio di 80.000 m2 affacciato sul porto di Yokohama ospiterà 2.800 dipendenti Nissan nei suoi 22 piani fuori terra e nei 2 piani interrati. Il piano terra è dominato dalla “Nissan Gallery”, uno spazio di 4.000 mq dove saranno in vetrina più di 30 veicoli. Un passaggio pubblico collega la stazione di Yokohama al “Nissan Walk”, un ponte che attraversa il secondo piano della galleria e che sarà utilizzato quotidianamente da oltre 130.000 persone. Nell’area centrale dei nuovi uffici si trova poi la “Nissan Hall”, adiacente alla galleria, con un auditorium ultramoderno da 600 posti. Gli spazi di lavoro all’interno dell’edificio sono stati creati per favorire la collaborazione e lo spirito di squadra. Colonne e pareti non esistono quasi più: al loro posto, tanti spazi aperti dove dialogare e scambiarsi le idee.
In linea con il programma “Blue Citizenship”, che risponde al desiderio di proteggere il pianeta e alla vocazione di essere un’azienda responsabile, la nuova sede Nissan è un esempio di architettura ecosostenibile. La facciata esterna continua (“curtain wall”) favorisce la diffusione della luce naturale, convogliata anche da cinque gruppi di lenti condensatrici posti nel canale centrale dell’edificio, che si orientano automaticamente verso il sole. L’uso di persiane alle finestre permette di controllare la quantità di luce in ingresso per gestire al meglio, d’estate, i consumi dell’impianto di condizionamento. La temperatura interna è regolata per mezzo di vetri ad altissimo isolamento e persiane alle finestre. I consumi energetici dei condizionatori sono regolati in base alla temperatura esterna attraverso apposite valvole installate nei muri perimetrali dell’edificio, che rilevano la velocità del vento e l’umidità e lasciano entrare aria fresca nel palazzo. Per ottimizzare il risparmio energetico viene sfruttato anche il flusso di aria ascendente che si crea nel canale centrale, che sopperisce ai requisiti di ventilazione forzata. L’acqua piovana e le acque di scarico, inclusa quella della cucina, vengono trattate e utilizzate per i servizi igienici e per annaffiare le piante. Con il tetto verde sulla galleria, la superficie verde rappresenta l’11% dell’area totale. All’interno dell’edificio, un sistema gestisce e controlla l’utilizzo dell’energia in maniera automatica e centralizzata. Grazie all’ottimizzazione globale dell’efficienza, la nuova sede di Nissan produrrà circa 3800 tonnellate di CO2 in meno rispetto agli uffici di Tokyo (CO2 emessa nella vecchia sede: 14.000 t/anno, CO2 emessa nella nuova sede: 10.200 t/anno.)
<<Dopo 41 anni, Nissan torna a Yokohama. La nostra nuova sede è un forte simbolo dell’impegno che ci spinge a migliorare il mondo con tecnologie incentrate sulla persona e sulla salvaguardia del pianeta>> ha concluso Ghosn. (ore 09:00)
Nella foto: la nuova sede Nissan a Yokohama.
 
 
 
 

NO COMMENTS

Leave a Reply