Autovelox, finisce l’era delle truffe?

Autovelox, finisce l’era delle truffe?

Roma – Forse è finita l’era delle truffe con gli autovelox. Una direttiva del ministro dell’Interno, Roberto Maroni, emanata a ridosso dei primi rientri dalle vacanze con l’obiettivo di disciplinare l’utilizzo degli strumenti di controllo della velocità ispirandosi a criteri di efficienza e trasparenza impone lo stop alla gestione degli autovelox affidata a società private. Le apparecchiature verranno gestite solo dagli operatori di polizia, non ci saranno più  pattuglie nascoste per la rilevazione della velocità, la tutela della privacy sarà massima,  le foto o le riprese video devono essere trattate solo da personale degli organi di polizia. I prefetti hanno il compito di monitorare sul territorio il fenomeno della velocità e di pianificare le attività di controllo. In particolare, dovranno essere individuati i punti critici per la circolazione dove si registrano più incidenti, con riferimento al biennio precedente, e dovrà essere previsto il diffuso impiego della tecnologia di controllo remoto, che consente il controllo di tutti i conducenti che passano in un determinato tratto di strada con contestazione successiva della violazione. Il coordinamento operativo dei servizi è affidato alla Polizia Stradale, con il compito anche di monitorare i risultati dell’attività di controllo svolta da tutte le forze di polizia e dalle polizie locali. (ore 09:00)
 

NO COMMENTS

Leave a Reply