Stoccarda – Adesso non ci sono più dubbi: la strada è più sicura al volante di una Mercedes. Questo l’esito di una ricerca sugli incidenti condotta da Mercedes sulla base di un campionamento di dati effettuato in via anonima e ufficiale dall’Istituto nazionale di statistica tedesco. Dal 2003 al 2007 sono stati esaminati 18.748 incidenti con conseguenze per le persone, ed è risultato che i guidatori al volante di una Classe E hanno il 10,4 % di probabilità in meno di subire lesioni gravi o mortali rispetto ai guidatori di auto dello stesso segmento. Non va inoltre ignorato che questa ricerca ha evidenziato il fatto che le vetture Mercedes-Benz sono coinvolte più raramente in incidenti rispetto alle auto di altri marchi, anche perché Mercedes-Benz è stato il primo costruttore ad introdurre l’Esp su larga scala.
La ricerca ha preso in esame solo gli incidenti la cui gravità ha comportato lesioni alle persone. I criteri adottati prevedevano la prima immatricolazione successiva al 2002 e una classe di potenza e peso corrispondente a quella della Classe E.
Il risultato è una clamorosa conferma dell’efficacia dei sistemi di sicurezza passivi di Mercedes-Benz, che contribuiscono a ridurre le conseguenze di un incidente. La presenza di airbag anteriori adattivi e di limitatori della forza di ritenuta della cintura in grado di agire in funzione della gravità dell’urto, di sensori antiribaltamento, di windowbag di serie e di una struttura della carrozzeria intelligente, che protegge gli occupanti in modo ottimale anche in caso di collisioni violente, ha fatto sì che già al suo debutto nel 2002 la Classe E diventasse il nuovo punto di riferimento in materia di sicurezza nel settore delle autovetture di lusso. 
Nella primavera del 2006, procedendo al restyling della Classe E gli ingegneri Mercedes hanno raggiunto altri ragguardevoli traguardi, equipaggiando la vettura con sistemi di sicurezza che nessuna altra auto al mondo appartenente alla stessa classe poteva vantare. L’introduzione del sistema Pre-safe, che prevede il collegamento in rete di sistemi per la prevenzione di incidenti con sistemi per la protezione degli occupanti, ha segnato l’inizio di una nuova era per questa classe di vetture. Questa innovazione Mercedes sfrutta efficacemente il tempo che intercorre tra il  riconoscimento di una situazione potenzialmente pericolosa e un eventuale incidente.  Con la nuova Classe E, Mercedes-Benz si è dimostrata ulteriormente all’avanguardia nel campo della sicurezza. Una dozzina di sistemi di assistenza alla guida nuovi o potenziati contribuiscono ad evitare che si verifichino incidenti e a ridurne la gravità; tra questi l’attention assist, sistema per il rilevamento di sovraffaticamento o sonnolenza del guidatore, oppure il sistema di regolazione automatica della distanza di sicurezza distronic plus e il sistema frenante pre-safe con frenata d’emergenza autonoma, questi ultimi disponibili su richiesta. Per la prima volta, il sistema  può utilizzare anche le informazioni fornite dai sensori radar a corto raggio presenti nei paraurti anteriori per il pretensionamento delle cinture di sicurezza anteriori pochi secondi prima di un incidente ritenuto inevitabile, riducendo così le sollecitazioni per guidatore e passeggero anteriore al momento dell’urto.  Con nove airbag di serie, quattro pretensionatori e limitatori della forza di ritenuta della cintura, senza dimenticare i poggiatesta attivi nec k-pro per guidatore e passeggero anteriore, la dotazione di sicurezza della nuova Classe E è molto più completa rispetto a quella della versione precedente. I due airbag adattivi per guidatore e passeggero anteriore, il kneebag per il guidatore, i due sidebag negli schienali dei sedili anteriori e i due grandi windowbag, che in caso di collisione laterale si dispiegano in corrispondenza della zona compresa tra il montante A e il montante C, sono dotati di camere d’aria che in caso di incidente si attivano in pochi millesimi di secondo. Inoltre, per la prima volta sono montati anche airbag per il bacino per i passeggeri anteriori che, in caso di collisione laterale, possono ridurre le sollecitazioni a carico del busto e delle anche. Su richiesta sono disponibili anche airbag per i passeggeri che viaggiano sui sedili posteriori. Un’altra innovazione nel campo della sicurezza è rappresentata dai limitatori della forza di ritenuta della cintura adattivi per il vano posteriore, offerti per la prima volta da Mercedes-Benz e disponibili su richiesta. La caratteristica di questi limitatori è la loro capacità di adattarsi all’altezza e al peso dei passeggeri. (ore 19:30)
Nella foto: la Mercedes Classe E.
 

 

 

NO COMMENTS

Leave a Reply