Venezia – Cambio societario della filiale italiana di Subaru che diventerà al 100% controllata dalla Fuji Heavy Industries, la società giapponese che progetta e costruisce le vetture Subaru.Il cambiamento, se da una parte non porterà modifiche a livello dell’organico, dall’altra realizzerà un rapporto diretto con la Casa madre in Giappone.
La Casa delle Pleiadi è commercializzata in Italia dal 1979 e negli ultimi anni le vendite del marchio hanno fatto registrare una importante crescita nonostante i prodotti rivolti ad una clientela di nicchia.
<<Consideriamo l’Italia uno dei mercati con maggiore potenziale in Europa – ha dichiarato Tomoo Takenaka, presidente di Subaru Europa – Per questo motivo abbiamo deciso di acquistare il pacchetto di maggioranza delle azioni di Subaru Italia detenute fino ad ora dalla società Mitsui. Fhi e Mitsui hanno già raggiunto l’accordo per la cessione delle quote e rimangono solo i dettagli procedurali. Per questo motivo non posso ancora dire quando l’operazione verrà conclusa ma sicuramente posso dichiarare che questo avverrà nell’immediato futuro. Con queste premesse siamo sicuri che Subaru Italia sarà in grado di raggiungere importanti obbiettivi nei prossimi anni. E per far si che ciò avvenga, Fhi e Subaru Europa daranno il massimo sostegno alla filiale italiana>>.
Grazie ai nuovi prodotti introdotti l’anno scorso nel mercato (ricordiamo l’unicità della motorizzazione Boxer Diesel in dotazione su Legacy, Outback e Impreza) e soprattutto grazie alla nuova Forester che da sempre rappresenta per la Casa delle Pleiadi un’importante proposta nel mercato dei medi suv, Subaru vede il futuro nel mercato europeo con grande ottimismo forte soprattutto di prodotti che sono in grado di garantire grandi soddisfazioni in termini di prestazioni, affidabilità, qualità costruttiva e sicurezza.I primi 8 mesi nel mercato italiano si sono chiusi per Subaru con una crescita dell’8,6% rispetto allo stesso periodo 2008 che già aveva fatto segnare ottime performance di vendita.
Nella foto: la sede di Subaru Italia ad Ala (Trento).