Roma – Il ministro delle Infrastrutture e dei trasporti, Matteoli, ha spiegato che è stato trovato l’accordo con il ministro dell’Economia Tremonti relativamente all’adeguamento delle tariffe aeroportuali che adesso dovrà essere portato al Cipe.
Il ministro ha spiegato che l’adeguamento delle tariffe “è legato all’investimento e al numero dei passeggeri”.
Ovviamente il Codacons si prepara a dare battaglia se al Cipe verrà approvato l’aumento delle tariffe aeroportuali a discapito degli utenti.
Intanto gli operatori aeroportuali fanno sapere che l’80% di loro nel mondo punta sul “passeggero digitale”: il 63% degli aeroporti è dotato di chioschi per il check-in.
Nel 2010 è previsto un aumento degli investimenti nell’information technology, che nell’industria aeroportuale è valutato in 3 miliardi di dollari. I chioschi per il check-in, poi, saliranno al 90% entro il 2012. La maggior parte degli aeroporti aumenterà il numero di chioschi anche per nuove funzionalità (9%) come la lettura ottica del passaporto. (ore 11:40)