Milano – Il “Libro Bianco sul metano per autotrazione 2009” edito da Econometrica, ha evidenziato che entro il 2015 i veicoli alimentati a metano in circolazione in tutto il mondo saranno 17 milioni, contro i poco più di 10 milioni del giugno 2009. L’incremento (le vendite annue di veicoli alimentati a metano supereranno quota 3 milioni) sarà dovuto anche all’aumento dei veicoli alimentati a metano che fanno parte delle flotte statali ed aziendali. Secondo Pike Research per la definitiva affermazione del metano per autotrazione bisognerà puntare su cinque fattori: il prezzo, una più incisiva informazione sui benefici ambientali del metano, politiche energetiche imperniate su una minore dipendenza dai Paesi produttori di petrolio, la crescita del numero di modelli di veicoli offerti sul mercato omologati per l’alimentazione a metano e lo sviluppo della rete di distribuzione.
“L’ulteriore diffusione del metano nell’autotrasporto – commenta il presidente di Federmetano Dante Natali – è una prospettiva molto interessante per l’Italia, che vede aprirsi un’importante possibilità di crescita economica. Il nostro Paese dispone infatti di un settore industriale legato al metano per autotrazione fra i più evoluti al mondo e con una spiccata tendenza all’esportazione. L’importanza del metano per autotrazione nel nostro Paese è testimoniata anche dal fatto che l’Italia è leader europeo quanto a parco circolante di veicoli alimentati a metano. Per questi motivi l’Italia ha le carte in regola per svolgere un ruolo di primo piano nello sviluppo europeo e mondiale del metano per autotrazione”. (ore 14:40)