Ore decisive per Termini Imerese

Ore decisive per Termini Imerese

Roma – E’ in corso di svolgimento al ministero dello Sviluppo economico l’incontro tra i sindacati della Fiat e il ministro Claudio Scajola per discutere sulla situazione dello stabilimento di Termini Imerese. All’incontro stanno partecipando i segretari generali di Fim-Cisl, Uilm-Uil, Ugl metalmeccanici e Fismic. Per la Fiom-Cgil è presente il segretario nazionale Enzo Masini. Come rappresentante del governo c’è anche il direttore generale alle politiche industriali e competitività Andrea Bianchi.
A fare da sfondo all’incontro le polemiche nella scorsa settimana hanno tenuto banco fra alcuni esponenti del Governo e Sergio Marchionne, che da ultimo ha dichiarato: <<La Fiat è pronta a fare tutto ciò che è necessario per Termini Imerese ma chiede al Governo chiarezza. Perché le situazioni riparate con i cerotti – spiega il manager italo canadese – non vanno bene. Cosa mi aspetto dall’incontro con Scajola? Chiarezza prima di tutto – afferma Marchionne – Del resto non ci sono segreti ma una realtà numerica da analizzare. Ovvero dati industriali, capacità e costi. Solo partendo da questi elementi, – continua l’a.d. – è possibile mettere l’industria dell’auto nelle condizioni di competere in Europa, sempre a patto che si voglia davvero una grande industria italiana dell’auto.(ore 17:51)
Nella foto: Sergio Marchionne, a.d. Fiat.

NO COMMENTS

Leave a Reply