Londra – Il 92,49% del personale interpellato (in totale 10.288 persone) dal sindacato della British Airways ha votato per indire uno sciopero di 12 giorni (dal 22 Dicembre al 2 Gennaio) per protestare contro il taglio di circa 1.700 posti di lavoro tra gli assistenti di volo e il congelamento dei salari per due anni.
Il ceo di British Airways, Willie Walsh, aveva ammesso prima dell’annuncio che si stava preparando per ricevere «cattive notizie». <<È un giorno critico per il futuro di British Airways. Facciamo fronte – ha scritto in un intervento sul Daily Mail – alla miseria e all’incertezza inflitte a centinaia di famiglie>>. Si prevedono pesanti ripercussioni sul traffico aereo nel periodo natalizio da e verso la Gran Bretagna anche dai principali scali italiani che attuano collegamenti con Londra. (ore 13:00)