General Motors ha rivelato oggi che il Marchio Saab verrà progressivamente chiuso. Non è stato possibile, infatti, portare a compimento la vendita della Casa svedese alla Spyker.
Victor Muller, amministratore delegato di Spyker, aveva dichiarato ieri in un’intervista alla Bloomberg, che se la Bei avesse dato il via libera ad un prestito da 400 milioni di euro, il produttore olandese di auto di lusso avrebbe acquistato la Saab da General Motors.
General Motors ha sottolineato che Saab onorerà comunque i suoi impegni sul fronte del debito.
Ha così fine l’epopea di un Marchio che a dispetto di volumi bassi ha avuto, soprattutto negli anni 70/80, un pubblico di estimatori anche per la sua originalità tecnica, costruttiva e, soprattutto,estetica.
Questa volta, però, il fallimento non si può addebbitare alla crisi economica, poiché la congiuntura attuale ha solo dato il colpo di grazia ad un brand agonizzante da anni incapace, sotto la guida Gm iniziata nel 1989 di riproporre modelli vincenti e all’avanguardia come la mitica 900 turbo degli anni ottanta, una tra le vetture responsabili della moda del tubobenzina così in voga i quegli anni. indimenticabili, e di grande successo, anche auto come come la 9000, cugina stretta delle Italiane Lancia Thema, Fiat Croma e Alfa Romeo 164. Poi negli anni 90 l’inventiva e l’originalità di Saab si spegne, il design perde smalto diventando piatto. E tra tentativi di rilancio, modelli nuovi che non arrivano mai la casa di Trollhattan entra nella fase estrema della Crisi con la casa madre Gm prossima al fallimento e non più in grado di alimentarla. Il resto è storia dei giorni nostri.(ore 13:00)