Detroit – Il salone dell’auto di Detroit che aprirà i battenti dal 16 al 24 Gennaio si prepara a mostrare oltre settecento novità, delle quali 30 sono premier mondiali, agli oltre 700.000 visitatori attesi. Definitivamente archiviato il periodo del Big Three (GM, Chrysler e Ford, “vive per miracolo”), è il momento di salutare le Medium Six, di cui fanno parte «Gm, Ford, Toyota, Honda Nissan» con il sesto posto che resta da assegnare, forse a Fiat-Chrysler, forse a Volkswagen, forse a Hyundai. Ognuna delle sei case automobilistiche ha una quota di mercato negli Stati Uniti che va dall’8% al 20%, cioè una struttura che riflette quanto visto in Europa per decenni.
I marchi una volta venerabili in casa Gm come Pontiac, Saturn e Saab saranno assenti nell’edizione 2010 perché morti o quasi con la ristrutturazione di Gm. Alla 103.ma edizione del Salone, alla quale saranno presenti circa 5.000 giornalisti, <<le case automobilistiche cercheranno di mostrare che non solo hanno vetture nuove da presentare ma cercheranno di mostrare che hanno un futuro promettente davanti. Si tratterà – ha annunciato il Wall Street Journal – di lanciare un messaggio importante in quanto il prossimo capitolo della storia automobilistica sarà radicalmente differente da quello precedente>>.
Segno del cambiamento anche il fatto che Ferrari e Maserati saranno esposte nello stand Chrysler, accanto a Dodge e Jeep: un altro effetto dell’alleanza Fiat-Chrysler. In passato Ferrari e Maserati esponevano i loro modelli nell’area dedicata ai Marchi di lusso, quindi insieme a Bentley, Lamborghini e Rolls-Royce. (ore 17:20)