Roma – Pace fatta fra Ryanair ed Enac sulla querelle relativa ai documenti di identità necessari per l’imbarco a bordo. Ad annunciarlo è stato il presidente dell’Enac Vito Riggio che ha incontrato i rappresentanti della compagnia irlandese.
<<Ryanair – ha riferito Riggio – ha porto le sue scuse all’Italia per il fraintendimento che si é verificato a proposito della sicurezza. La compagnia non intendeva parlare della sicurezza degli aeroporti italiani ma si riferiva a problemi di natura operativa. Ryanair, inoltre, si é impegnata ad accettare tutti i documenti riconosciuti dalle autorità italiane e ripristinerà tutti i voli. Ryanair ha chiesto però un periodo di approfondimento per le patenti di guida>>. (ore 17:00)