Parigi – Il 2010 si apre all’insegna del rinnovamento e delle grandi sfide per Peugeot che si propone il raggiungimento di tre grandi obiettivi attraverso una nuova strategia prodotto, nuove linee di stile, nuove offerte di mobilità e una nuova identità visiva.
Le ambizioni del Gruppo del Leone arrivano al 2015, data entro la quale la Casa francese intende guadagnare tre posti nella classifica mondiale dei Marchi Automobilistici, fare del proprio Brand un punto di riferimento nello stile e diventare leader nei servizi di mobilità.
Per celebrare un simbolico nuovo inizio, Peugeot cambia anche lo storico marchio il cui Leone dal 1958 la rappresenta.
Sempre il Re della foresta, ma con un design più semplice che lo rende dinamico ed aggraziato.
Due tonalità di metallizzazione, lucido e opaco;  tre dimensioni, per una maggiore modernità, via lo sfondo blu, per esprimere meglio la sua forza e blu Peugeot che diventa più profondo e ora colora la nuova grafia del Marchio.
Il primo veicolo con il nuovo  Leone è la Peugeot RCZ che sarà lanciata nella primavera 2010.
Il nuovo Leone è accompagnato dal rifacimento integrale dell’identificazione visiva. L’obiettivo è quello di ottenere una maggiore valorizzazione e una coerenza espressiva del Marchio in tutte le sue attività e in tutto il mondo. Peugeot adotta anche codici grafici moderni ed eleganti che saranno presenti su tutti i prodotti e servizi Peugeot, in tutta la rete, in tutte le attività del Marchio, in tutta la comunicazione.
Tutta la rete Peugeot, composta da 10.000 punti di contatto in tutto il mondo, adotterà la nuova identificazione visiva entro la fine del 2012.
Il Marchio si dota anche di una nuova identificazione sonora. Un’unica firma sonora concluderà tutti gli spot pubblicitari di Peugeot. Inoltre, è stato sviluppato un sistema completo di ambiente acustico.
Il Marchio investe su tecnologie di rottura: elettrica sulla iOn dal 2010, ibrida diesel su 3008 dal 2011, e-HDi, le micro-ibride, dal 2011 su tutta la gamma diesel, ibrida diesel ricaricabile nel 2012.
Il Marchio invade il campo dei modelli “volumetrici”, crea prodotti “fuori-serie” e sviluppa una gamma per i mercati internazionali, inoltre rinnova il suo stile e il concept SR1, ne è il manifesto che incarna l’espressione più forte, più estrema e più pura dello Stile Peugeot di domani.
SR1 rivela i principali codici stilistici dei prossimi modelli Peugeot, reinterpretando i tratti storici del Marchio:fascino, armonia, felinità e dinamismo.
Atletica, equilibrata, sensuale, con un interno esclusivo e tecnologico, questa “dream-car” esplora e rivisita il tema della “Roadster Gran Turismo” e dà l’immagine di un veicolo scolpito nella massa, monolitico, scultoreo e dinamico. Gioca continuamente con i contrasti: purezza e tecnicità, genuinità e alte tecnologie, espressività e sobrietà.
I suoi interni « 2+1 » sviluppano questa nozione di contrasto, mescolando colori e materiali. Così i riferimenti “vintage” si abbinano agli aspetti ultra-tecnologici, la strumentazione digitale a quella analogica.
Peugeot SR1 sa anche mescolare i generi, grazie alle sue caratteristiche tecniche in linea con il suo fascino scultoreo. Infatti, integra la tecnologia HYbrid4 con un motore benzina 1.6 THP (160 kW/218 cv) anteriore, abbinato a un motore elettrico posteriore da 70 kW (95 cv). Quest’ultimo consente, con la sola propulsione elettrica, di guidare in modalità “emissioni zero”.
Grazie a questa tecnologia, SR1 eroga una potenza massima di 230 kW (313 cv), beneficiando della motricità delle 4 ruote.
La concept-car SR1 conferma che Peugeot associa piacere di guida e rispetto dell’ambiente… incarna così la sintesi ideale tra l’esigenza e l’emozione.
Peugeot è l’unico Marchio a sviluppare un’offerta di mobilità integrale, con automobili, veicoli commerciali, scooter, biciclette e un’ampia offerta di servizi.
Il Leone sviluppa nel 2010 “Mu by Peugeot”, un servizio innovativo di mobilità su richiesta che permette a chiunque, anche non possessore di Peugeot, di accedere ad un menù di servizi di mobilità attraverso una carta prepagata e ricaricabile su un sito internet. Il Progetto di Peugeot consiste nel collocare l’emozione sempre al centro dell’esperienza automobilistica: una Peugeot non sarà mai esclusivamente funzionale.
Per diffondere e illustrare in tutto il mondo questa idea, Peugeot assume una nuova firma internazionale: Peugeot, MOTION & EMOTION.
Nel compiere 200 anni, il Marchio rinnova così la sua identità in tutti i settori e nel mondo intero con nuovi codici grafici.
Intanto, in un  mercato nazionale “total vehicles” in flessione del 2%,  Peugeot è stata protagonista nel 2009 di una vigorosa crescita del 20% che le ha consentito di scalare ben tre posizioni nella “classifica Costruttori”, conquistando il quinto posto assoluto, miglior posizione di sempre.
Grazie al dinamismo che l’ha sempre contraddistinta e alla flessibilità d’azione che gli ha consentito di adeguarsi alle continue mutazioni delle richieste della clientela, il Marchio del Leone  rappresenta in Italia il 5,4% del mercato 2009, con una crescita di un punto percentuale rispetto al 2008. Tale incremento, corrispondente a 20 000 unità, è merito per il 25% dell’introduzione dell’alimentazione GPL su 207, per il 25% dell’inizio della commercializzazione del crossover 3008 e per il restante 50% del successo di 206 Plus.
Per quanto riguarda il 2010, l’anno nuovo è iniziato con un’interessante iniziativa volta a favorire la clientela in questo periodo in cui i segnali della ripresa economica sono ancora deboli.
In attesa delle decisioni governative in materia, Peugeot propone sostanziosi ecoincentivi, di cui può beneficiare anche il cliente che nel 2009 non ha potuto accedere alla rottamazione statale.
Infatti, il Leone offre fino a 4 500 euro di vantaggi per l’acquisto di un qualsiasi modello nuovo della gamma a fronte della rottamazione di un qualunque veicolo, anche immatricolato dopo il 31 dicembre 1999. (ore 13:00)
Nelle foto, la roadster concept RS1.