Roma – Dai dati pubblicati da Assaeroporti è risultato che il 2009 è stato un anno negativo per gli scali italiani che hanno subito un calo complessivo del 2,7%. Crollo per Linate (-10,5%), in forte calo anche Malpensa (-8,7%), decremento, anche se più contenuto, per Fiumicino (-4%), mentre benino ha fatto Ciampino con un modesto +0,2%.
Nei 12 mesi trascorsi, segnati soprattutto dalla crisi a livello globale e, in ambito nazionale, dal decollo della nuova Alitalia a Gennaio 2009, sono transitati 112 milioni 450 mila passeggeri per gli aeroporti italiani, il 2,7% in meno rispetto al 2008, che a sua volta aveva segnato una flessione dell’1,8% sull’anno precedente.
Nel 2009 Fiumicino si avvicina al tetto dei 34 milioni di viaggiatori (33.808.456), al secondo posto Malpensa con 17 milioni 551mila, quindi Linate con 8.295.099. Ciampino, sostenuto dalle low cost, regge a quota 4.800.260 passeggeri. Ma, se il dato annuale è negativo, Dicembre fa ben sperare.
Sempre secondo i dati di Assaeroporti, infatti, Fiumicino nell’ultimo mese dell’anno ha registrato una crescita a due cifre, +13,8% rispetto allo stesso mese 2008, con oltre 2 milioni e mezzo di utenti. Ciampino +1,9% con quasi 370 mila passeggeri. Crescono anche Malpensa e Linate, rispettivamente del 2,1% e del 4,8%. Il totale degli scali finora pervenuti evidenzia una crescita del 9,8% dei passeggeri. (ore 12:25)