Palermo – Notte alla diaccio per 18 operai della Fiat di Termini Imerese che l’hanno trascorsa sul tetto di un capannone dello stabilimento palermitano. Si tratta di un gruppo di impiegati della Delivery Email, azienda dell’indotto che si occupa della movimentazione e della pulizia dei cassoni contenenti gli scarti metallici all’interno dell’impianto per i quali è previsto il licenziamento, a causa del mancato rinnovo, a partire dal primo Febbraio, della commessa da parte della società automobilistica. <<Abbiamo la schiena a pezzi e siamo infreddoliti, ma l’umore e l’orgoglio sono alle stelle – hanno fatto sapere attraverso Antonino Tarantino, delegato sindacale della Filcams Cgil – Siamo fieri della nostra protesta e da qui non scendiamo senza risposte chiare e positive sul nostro futuro>>. (ore 15:00)

NO COMMENTS

Leave a Reply