Roma – Storico pareggio, non c’è però da gioirne, fra il costo della benzina e il costo del diesel che ieri nei distributori Q8 e Total hanno entrambi toccato quota 1,486 euro al litro.
L’Antitrust in una nota ha precisato che sui prezzi della benzina nessuna segnalazione al governo è in preparazione, così come era emerso oggi. L’Autorità ha sottolineato che <<la segnalazione annunciata dal presidente Antonio Catricalà, ancora in via di stesura, non riguarderà i prezzi della benzina. Si tratterà – ha rilevato l’Antitrust – di una segnalazione complessiva sullo stato delle liberalizzazioni e l’impatto della regolazione sull’economia del Paese. All’interno del documento ci sarà un capitolo dedicato ai nodi della distribuzione dei carburanti e ai problemi dello stoccaggio, sul solco di quanto segnalato dall’Autorità già a dicembre 2007. Il monitoraggio degli impegni assunti dalle compagnie petrolifere è poi previsto dal provvedimento con il quale l’Autorità ha accettato e reso vincolanti gli impegni medesimi>>, conclude la nota.
E sull’argomento caro carburanti è intervenuto il neo ministro della Sviluppo economico Claudio Scajola che ha dichiarato: <<Il taglio delle accise sui carburanti è stato molto costoso per lo Stato e poco incisivo per i consumatori. I mancati introiti sono stati pari a 500 milioni, mentre il costo alla pompa è sceso di soli 2 cent al litro. Il governo preferisce aiutare i settori maggiormente penalizzati dai costi dei carburanti e che poi fanno crescere i prezzi delle merci finali, come l’autotrasporto>>. E per i pendolari? Di questo passo l’unica risposta potrebbe essere una bella “biciclettata”, tutta salute! (ore 11:36)