Bruxelles – La Commissione europea ha dato disco verde alla concessione di un sostegno economico da parte del Governo svedese a Saab.
Si tratta di una serie di garanzie che dovrebbero permettere di accedere a prestiti della Banca europea degli investimenti. Per Bruxelles l’82,8% delle garanzie sono in linea con il quadro delle regole sugli aiuti di Stato in tempi di crisi. Il restante 17,2%, spiega Bruxelles, sarà fornito a condizioni di mercato e perciò non costituisce aiuto di Stato.
Intanto un’altra controlla di General Motors, Opel, entro questa settimana presenterà una richiesta formale aiuti statali per la sua ristrutturazione.
Secondo le stime di Gm, i costi per riorganizzare Opel ammontano a 3,3 miliardi di euro. Germania, Gran Bretagna, Spagna e Polonia, paesi in cui è presente uno stabilimento Opel, dovranno garantire fino a 2,7 miliardi in aiuti, mentre la casa di Detroit investirà nel piano 600 milioni di euro. (ore 12:40)