Milano – Perdita operativa di circa 270 milioni nel 2009 per Alitalia che, in conferenza stampa dei vertici del gruppo a Malpensa (dove ha presentato i nuovi piani per lo scalo lombardo), comunque nel 2010 punta al pareggio e a utili nel 2011.
<<Per il momento non c’è nessuna previsione di un aumento di capitale – ha detto Roberto Colaninno, presidente di Alitalia – previsione che sarà confermata se questi programmi saranno realizzati, così come speriamo>>. A chi gli chiedeva se per Alitalia è prevista la quotazione, Colaninno ha risposto: <<No>>.
Tornando all’aeroporto milanese di Malpensa (che Alitalia aveva in gran parte abbandonato per concentrarsi su quello romano di Fiumicino) il vettore torna a puntarvi lanciando nuovi voli nazionali e internazionali di AirOne a tariffe concorrenziali con quelle delle compagnie «low cost». Il gruppo prevede così di raddoppiare il numero dei passeggeri trasportati nello scalo da 1,5 milioni del 2009 a 3 milioni nel 2012, mentre le destinazioni saliranno da 20 a 32.
Il piano, che sarà realizzato gradualmente a partire dal 28 Marzo, comporterà la cancellazione delle rotte su San Paolo, Algeri, Tripoli, Tel Aviv e Kiev e l’apertura di nuove verso Miami, Lisbona, Valencia, Monaco, Budapest e Varsavia e altri scali in Grecia e Spagna nella stagione estiva. In Italia, con costo previsto a partire da 25 euro, le nuove destinazioni sono Cagliari, Alghero, Olbia, Trapani, Brindisi e Lamezia. Le rotte stagionali in Europa saranno per Ibiza e Palma di Maiorca, Creta, Salonicco, Mikonos e Rodi, a 75 euro.
L’amministratore delegato Rocco Sabelli precisa che <<l’offerta di Alitalia-Air One sarà di tipo low cost nel prezzo, ma non nei servizi: ci sarà la pre-assegnazione del posto, nessuno dovrà correre per sedersi, il check-in sarà gratuito, il bagaglio a mano sarà incluso nel prezzo, e il volo sarà cumulabile sul piano Millemiglia>>.
<<Iniziamo un percorso con Malpensa che se fatto bene darà frutti – ha detto a sua volta Colaninno  – Siamo una compagnia più aggressiva, più vicina ai low cost senza essere low cost». Il marchio Alitalia (distinto da quello AirOne) nelle rotte da Malpensa continuerà invece a puntare soprattutto sulla clientela business (la più remunerativa): da giugno saranno operativi due nuovi A330 con le prime poltrone letto della compagnia, riservate alla classe Magnifica. Sugli aerei verrà anche introdotta una ventina di posti di classe intermedia tra la business e l’economy. Quanto alle rotte tagliate, il presidente e amministratore delegato di Sea (la società che gestisce gli scali milanesi) Giuseppe Bonomi ha detto che il piano di Alitalia <<non ci disturba, perché quelle destinazioni saranno coperte da altre compagnie>>. (ore 10:40)