Stoccarda – Perdite per 2,6 miliardi di euro nel 2009 per il costruttore auto di alta gamma tedesco Daimler, colpita insieme ad altre case automobilistiche, dal crollo delle vendite a causa della crisi economica globale.
Gli utili prima delle imposte e degli interessi sono crollati a 1,5 miliardi di euro dai 2,7 miliardi di euro nel 2008. Le vendite sono diminuite da 95,9 miliardi di euro a 78,9 miliardi di euro. Nel 2008, la casa automobilistica aveva registrato un utile di 1,4 miliardi di euro. Dato il pessimo risultato Daimler non pagherà dividendo agli azionisti. La notizia manda a picco il titolo Daimler alla borsa d Francoforte: meno 8,01% a 30,39 euro.
Nel quarto trimestre la perdita si è ridotta a 352 milioni di euro da 1,53 un anno prima, mentre i ricavi sono scesi a 21,3 miliardi di euro da 23,2 miliardi. La crisi non è finita, dice Daimler, ma le economie emergenti contribuiscono alla tenuta dell’attività. Ieri sera la società la rinnovato il contratto dell’amministratore delegato Dieter Zetsche fino a fine 2013. (ore 12:00)