Ginevra – Luca Cordero di Montezemolo, parlando al Salone dell’Auto di Ginevra, ha commentato le prospettive del mercato dell’auto alla luce dei risultati diffusi ieri dal ministero dei trasporti: <<Sarà una primavera complicata ma terremo botta. Noi avevamo detto ripetutamente che il venir meno degli incentivi avrebbe provocato un forte calo. Stiamo vivendo di vecchi ordini, i nuovi sono diminuiti in maniera netta soprattutto per quanto riguarda le vetture a metano. Come resisteremo? Investendo molto. Qui ad esempio presentiamo il nostro lavoro di innovazione>>.
Testimonianza del citato impegno è la prima e verdissima ibrida creata dalla Ferrari, la 599 GTB Hybrid: <<Vedere una Ferrari di questo colore fa un certo effetto. È una vettura verde di nome e di fatto. È servito un grande sforzo tecnologico per mantenere prestazioni estreme con una vettura simile, a bassissimo impatto ambientale. Le frenate servono per recuperare energia. Questa automobile nasce dalla lunga esperienza in Formula 1. È una vettura laboratorio, tra 3-4 anni sarà pronta nella versione definitiva>>.
Il presidente di Fiat interpellato sulla questione Termini ha confermato l’impegno della casa di Torino a collaborare con il Governo per trovare una soluzione.
<<L’ho detto dal primo giorno: cercheremo di contribuire in collaborazione con il Governo a dare la massima disponibilità per cercare una buona soluzione per Termini Imerese – ha detto – Per noi oggi la priorità sono i nostri collaboratori, e le loro famiglie. Dobbiamo renderci conto che oggi questo Paese sta in piedi grazie alle imprese e a chi ci lavora>>. Circa le voci di presunti dissidi con l’a.d. di Fiat Sergio Marchionne, Montezemolo ha affermato: <<Aleggia l’idea che ci possano essere delle opinioni diverse tra Sergio Marchionne e il sottoscritto; non è così e non lo è mai stato. Siamo in una squadra con ruoli diversi ma giochiamo con grande sintonia e con molta passione>>.
E sull’integrazione tra Fiat e Chrysler: <<Sta andando bene. Alcuni modelli Chrysler arriveranno in Italia, mentre la 500 andrà negli Usa e nel 2012 toccherà all’Alfa Romeo. È un processo lungo ma darà benefici alla Fiat e all’Italia>>.
Quanto all’imminente campionato Mondiale di F1, Montezemolo ha affermato: <<C’è troppo entusiasmo, bisogna stare con i piedi per terra. Dobbiamo recuperare perché ancora non siamo i migliori, ma abbiamo la capacità e la volontà per esserlo. L’anno scorso eravamo molto indietro, adesso per tornare ad essere i più forti c’è molto ancora da fare>>. (ore 17:00)