Vacanze Sicure 2010 parte dal Veneto

Vacanze Sicure 2010 parte dal Veneto

Padova – E’ stata presentata a Padova l’iniziativa “Vacanze Sicure 2010” proposta da “Pneumatici sotto controllo” e Polizia Stradale per coinvolgere tutte le province del Veneto con migliaia di controlli che proseguiranno fino a metà Maggio, suddivisi principalmente tra mezzi pesanti e auto per verificare lo stato delle gomme e sensibilizzare sull’importanza degli pneumatici per la sicurezza stradale.
Ad illustrare l’ampia attività, il vice dirigente del Compartimento Polizia Stradale per il “Veneto” , Ferdinando Piccenna e il Direttore di Assogomma Fabio Bertolotti.
L’iniziativa prevede il coinvolgimento di cinque importanti realtà regionali: Veneto, Trentino Alto Adige, Emilia Romagna, Toscana e Puglia.
Il personale della Polizia Stradale impiegato nei controlli è stato interessato da una specifica formazione curata da Assogomma con particolare riguardo alla marcatura degli pneumatici e alla loro omologazione in conformità con la normativa di settore.
<<Il parco circolante italiano, dagli ultimi dati ACI – dice Fabio Bertolotti, direttore di Assogomma è di circa 48 milioni di veicoli con un’età media di circa 7 anni per auto (36 milioni in circolazione), moto ( 6 milioni in circolazione) e mezzi di peso inferiore ai 35 quintali. Quello che è motivo di maggiore preoccupazione è anche l’età media di mezzi commerciali sopra le 3,5 tonnellate ( circa 4 milioni in circolazione) e van, caravan e trailer ( circa un milione in circolazione) che hanno un’età media superiore ai 17 anni. Gli autobus per il trasporto persone hanno un’età media superiore ai
nove anni (fonte Aci). Tutto questo può rappresentare una situazione di pericolo se questi mezzi, nel tempo, non sono stati correttamente mantenuti soprattutto per quanto riguarda l’unico contatto con il suolo che è il pneumatico”
L’iniziativa poi a partire da aprile si estenderà , nell’ordine, in Emilia Romagna, Trentino Alto Adige, Toscana e Puglia.
La rete autostradale coinvolta a livello nazionale è di oltre 1500 km di cui circa 500 in Veneto.
L’idea è quella di interessare cinque territori diversi per morfologia e traffico per ottenere risultati significativi che, senza la pretesa di essere rappresentativi del parco circolante italiano, daranno comunque una fotografia piuttosto veritiera. Sarà l’occasione per porre l’attenzione sulle aree di maggiore criticità rispetto allo stato degli pneumatici per poi realizzare iniziative specifiche di informazione e controllo.
Nelle regioni a maggiore vocazione turistica l’attenzione sarà focalizzata anche su caravan e autocaravan che spesso si presentano all’appuntamento con la bella stagione con gomme sotto gonfiate o comunque non in buone condizioni, frutto anche di uno scarso utilizzo nel corso dell’anno.
Le gomme rappresentano l’unico punto di contatto tra il veicolo e il suolo ed è particolarmente importante richiamare l’attenzione sulla loro efficienza in periodi di partenze per vacanze, come quello pasquale, che apre la stagione di gite e spostamenti fino agli esodi estivi.
Un periodo, quindi, particolarmente intenso per il traffico e dunque il momento ideale per proporre una campagna di sensibilizzazione sull’argomento.
In caso di pioggia, uno pneumatico liscio rispetto ad uno in buono stato può raddoppiare lo spazio di frenata, mentre una gomma sgonfia può mettere a rischio la stabilità del mezzo fino ad un cedimento strutturale (scoppio).
In Italia da anni oltre 5.000 gommisti mettono a disposizione gratuitamente la loro opera
controllando e gonfiando gli pneumatici. Questi controlli sono principalmente riferiti alla corretta pressione delle gomme, allo stato di usura, all’omologazione e alla conformità alla carta di circolazione. Vale la pena di ricordare che da precedenti indagini la metà degli automobilisti circola con gomme sgonfie, mentre 1 su 10 ha gomme lisce, cioè al di sotto del previsto limite di legge pari a 1,6 mm (esclusi moto e ciclomotori). (ore 12:13)

NO COMMENTS

Leave a Reply