Roma – L’impressionante escalation di aumenti ha portato le tasche degli italiani a svuotarsi sensibilmente, e le casse dell’ Erario a riempirsi praticamente in contemporanea.
Adusbef e Federconsumatori hanno rilevato che “l’Erario è ormai l’ottava compagnia petrolifera”, grazie ai maggiori incassi del Fisco negli ultimi 5 anni.  Il Fisco accoglie nelle sue casse il 55,3% del costo finale della benzina e il 45,9% di quello del gasolio. Una manna di 34 miliardi all’anno (in parte girata alle Regioni), anche se dal confronto europeo emerge che l’Erario italiano non è tra i più avidi alla pompa. A Londra, capitale continentale del Fisco da autotrazione, finisce allo Scacchiere circa il 60% degli incassi maturati in strada, e cifre simili si incontrano in quasi tutti i big europei, dalla Francia alla Svezia passando per Berlino. Dietro di noi in graduatoria, solo i piccoli del Continente e i nuovi entrati dall’Est. (ore 12:30)