Roma – Trascorso il weekend di Pasqua è tempo di bilanci anche relativamente agli incedenti stradali che, come sempre, funestano le festività che implicano spostamenti.
22 sono state le vittime (Lunedì dell’Angelo compreso) 8 delle quali avevano meno di 30 anni. Nell’analogo periodo dello scorso anno le vittime erano state 36. Un terzo degli incidenti mortali è derivato da perdita di controllo del veicolo da parte del conducente; quelli che hanno coinvolto veicoli a due ruote sono stati 9, pari al 43% circa del totale; quelli verificatisi tra le 22 e le 6 sono stati 6 con 7 morti. Polizia Stradale e Arma dei Carabinieri hanno attivato i consueti dispositivi di prevenzione e di vigilanza stradale impiegando, in totale, 47.815 pattuglie, che hanno contestato 21.423 violazioni del Codice della strada, con 35.736 punti decurtati, 1.032 patenti di guida e 1.137 carte di circolazione ritirate. Sono stati 17.097 i conducenti controllati, con etilometri e precursori, a verifica delle condizioni psico-fisiche durante la guida. (ore 16:35)