Campagna web da “Di Traffico Si muore”

Campagna web da “Di Traffico Si muore”

Roma – Il Coordinamento “Di Traffico Si muore” ha lanciato sul social network più famoso, Facebook, una campagna pubblicitaria destinata ad alimentare polemiche e discussioni.
Sulla cartolina Web si vedono i piedi di una vittima della strada coperti da un lenzuolo e accompagnati da un messaggio: <<Passeggiare per le strade di Roma? Meglio in un’altra città. Il traffico di Roma uccide. Andate altrove>>. La campagna è nata come reazione alla segnalazione di un altro incidente mortale accaduto il 30 Marzo in via dei Fori Imperiali, dove ha perso la vita un turista giapponese, nello stesso luogo dove, il 29 Ottobre scorso, era deceduta la giovane ciclista Eva Bohdalova. Ora il Coordinamento organizza una grande riunione di protesta per sabato 24 Aprile.
La cartolina web sarà tradotta in inglese, francese, tedesco, spagnolo e giapponese. E i ciclisti insistono: <<Le amministrazioni italiane, in questo caso ci riferiamo al Comune di Roma, sono indifferenti alla violenza del traffico veicolare – spiega Paolo Bellino del Coordinamento, meglio conosciuto come Rotafixa – Sotto gli occhi degli amministratori, da piazza Venezia ai Fori Imperiali le macchine sfrecciano velocissime in barba al codice della strada. Abbiamo segnalato mille volte il problema. In risposta ci vengono offerte piste nella foresta amazzonica, ma nessuno fa nulla per far rispettare i limiti di velocità e per salvaguardare così l’incolumità di ciclisti e pedoni>>. (ore 14:30)

NO COMMENTS

Leave a Reply