Jiading (Shanghai) – È stato inaugurato nel distretto industriale automobilistico di Jiading, nei pressi di Shanghai, il nuovo stabilimento della joint venture siglata a gennaio 2009 fra Magneti Marelli e la Shanghai Automobile Gear Works (Sagw).
La joint venture, denominata SMMP (SAIC Magneti Marelli Powertrain Co. Ltd.) è dedicata alla produzione di componenti idraulici per il cambio robotizzato Freechoice (o AMT, Automated Manual Transmission) di Magneti Marelli.
Alla cerimonia di inaugurazione hanno presenziato la presidente di Confindustria Emma Marcegaglia e il presidente di Fiat Group John Elkann,  oltre al presidente Piccola Industria di Confindustria, Vincenzo Boccia, ai massimi esponenti delle due società partner della JV, rappresentate da Eugenio Razelli, amministratore delegato di Magneti Marelli e Chen Zhixin, vicepresidente esecutivo di SAIC Motor e Chairman di SAGW, e al rappresentante della zona industriale di Jiading, Yu Jianghua.
Realizzato su una superficie di 10.500 metri quadrati, a regime conterà su un organico di oltre 450 dipendenti, avrà al suo interno un centro di Ricerca e Sviluppo e produrrà componenti idraulici per circa 300 mila cambi Freechoice all’anno, destinati al mercato auto cinese.
Il Freechoice è un meccanismo di automazione elettro-idraulica del cambio manuale, gestito da un sistema di controllo elettronico, che garantisce comfort di utilizzo, riduzione di consumi e conseguente diminuzione delle emissioni ed è applicabile su qualsiasi trasmissione, con costi di produzione di conseguenza più bassi rispetto alle altre tipologie di cambio automatico.
<<Con l’apertura di questo nuovo stabilimento – ha dichiarato Eugenio Razelli, Ceo di Magneti Marelli – concretizziamo molto velocemente l’accordo di JV firmato un anno fa e celebriamo il connubio con un’azienda di eccellenza in Cina come SAIC. Questa unione si traduce in un’iniziativa industriale che consente di soddisfare in loco la domanda crescente per una soluzione che risponde molto efficacemente alle sfide connesse alla sostenibilità ambientale e all’affordable mobility. In questo modo una tecnologia nata e cresciuta in Italia e in Europa, trova applicazione e ulteriore successo in un mercato estremamente interessante e in continua crescita come la Cina, che nel futuro prossimo detterà  trend importanti per il mondo dell’automotive>>. (ore 16:00)