Parigi – Jean-Marc Gales, direttore dei marchi, e Christian Chapelle, direttore sviluppo motori ed organi, hanno presentato, in prima mondiale, la tecnologia e-HDi, una nuova generazione di Stop&Start che abbina un alternatore reversibile a un motore diesel. Questa tecnologia innovativa, che permette lo spegnimento e la riaccensione istantanea del motore in tutte le situazioni in cui l’auto è ferma (semafori rossi, traffico congestionato ecc..), riduce fino al 15% i consumi e le emissioni di CO2  dei motori HDi e equipaggerà gran parte dei modelli Peugeot e Citroën a partire dalla fine del 2010.  L’obiettivo del Gruppo è vendere un milione di veicoli con tecnologia e-HDi entro il 2013.
L’originalità del sistema e-HDi è dovuto alla combinazione di parecchie tecnologie : un motore HDi, una delle motorizzazioni a più alto rendimento presenti sul  mercato; un sistema Stop&Start con alternatore reversibile di seconda generazione; un sistema e-booster, che permette la riaccensione immediata del motore; un sistema di gestione elettronica dell’alternatore che permette di recuperare l’energia in fase di decelerazione; un cambio con rapporti ottimizzati . Inoltre, tutti i veicoli con tecnologia e-HDi saranno equipaggiati con pneumatici a bassa resistenza di rotolamento.
La Citroën C5 seguita dalla nuova Citroën C4 saranno le prime automobili del Gruppo a beneficiare della tecnologia e-HDi a partire dal terzo trimestre 2010.  Questa innovazione equipaggerà gran parte dei modelli Peugeot e Citroën con  motorizzazione 1.4 HDi e 1.6 Hdi ; la 308 e la sostituta della 407 saranno i primi modelli ad esserne equipaggiati.  Il 30% del motori diesel del Gruppo saranno e-HDi.
Jean-Marc Gales ha dichiarato: <<Sono convinto che la nostra tecnologia e-HDi diventerà rapidamente il punto di riferimento del mercato, come a suo tempo è stato per il motore HDi, costituirà un importante vantaggio concorrenziale per il Gruppo. I nostri motori e-HDi offrono le migliori prestazioni in termini di consumi e di emissioni di CO2, ma anche in termini di piacere per il cliente grazie alla  riaccensione immediata del motore, senza vibrazioni e rumori>>.
e-HDi permetterà a PSA Peugeot Citroën di rafforzare la sua posizione privilegiata nei veicoli a bassa emissione di CO2. Il suo lancio si inserisce in un ampio progetto di sviluppo di innovazioni tecnologiche destinate ad offrire ad ogni cliente la vettura a bassa emissione di CO2 più adatta al suo tipo di utilizzo. Oltre la tecnologia e-HDi, PSA Peugeot Citroën lancerà tra il 2010 e il 2012 anche : veicoli 100% elettrici,  Peugeot iOn e Citroën C-Zero (2010); veicoli ibridi diesel:  Peugeot 3008 HYbrid4 e Citroën DS5 HYbrid4 (2011); nuove motorizzazioni termiche, in particolare una famiglia di piccoli motori tre cilindri benzina di 1,0 litri e 1,2 (2012).
PSA Peugeot Citroën ha commercializzato nel 2009 quasi un milione di automobili che emettono meno di 130 g di CO2 /km, di cui più di 757 000 emettono meno di 120g di CO2 / km. L’obiettivo del Gruppo è di vendere un milione di automobili che emettano meno di 120 g di CO2 / km entro il 2012. (ore 09:00)