Roma – Da gennaio a maggio le emissioni di CO2 derivate dall’uso di benzina e gasolio per autotrazione nel nostro Paese sono calate di quasi un milione di tonnellate rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. In termini percentuali le emissioni di CO2 sono diminuite del 2,1%. Questo dato deriva da un’elaborazione del Centro ricerche Continental autocarro su dati del ministero delle Attività produttive. <<La diminuzione delle emissioni di CO2 – dichiara Daniel Gainza, direttore commerciale di Continental Cvt – è stata favorita anche dall’ingresso nel parco circolante di veicoli meno inquinanti>>.
Per quel che riguarda le sole emissioni di CO2 derivate dall’uso di benzina per autotrazione il calo evidenziato in maggio è pari all’8,6% rispetto allo stesso mese dello scorso anno. Grazie a questo dato la diminuzione delle emissioni di CO2 rilevata nei primi cinque mesi del 2010 ammonta a 973.560 tonnellate. Anche le emissioni di CO2 derivate dai consumi di gasolio per autotrazione sono in calo a maggio (-0,6%). Se consideriamo i primi cinque mesi il dato è in lievissima crescita (+0,1%) rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.
<<E’ da mettere in evidenza – aggiunge Gainza – il diverso andamento delle emissioni derivate dall’uso di benzina e gasolio per autotrazione. Infatti, mentre quelle derivate dall’uso di benzina sono in netto calo sin dall’inizio dell’anno, quelle derivate dall’uso di gasolio hanno sperimentato andamenti alterni, passando da una fase di calo in gennaio e febbraio ad una fase di crescita in marzo e aprile per poi tornare a calare in maggio. Nei prossimi mesi il monitoraggio del Centro ricerche Continental autocarro continuerà e potremo verificare quale sarà l’evoluzione dell’andamento delle emissioni di CO2 derivate dall’uso di gasolio e benzina per autotrazione>>. (ore 16:00)