Progetto Toyota per diminuzione emissioni

Progetto Toyota per diminuzione emissioni

Toyota City – Toyota e altre 19 società del settore privato hanno creato il Consiglio di promozione  per la “Verifica della diminuzione di emissioni carboniche di Toyota City”  del quale è presidente il sindaco Kohei Suzuki. L’organizzazione promuoverà il Progetto di verifica per la creazione a Toyota City, nella prefettura di Aichi, di una città con basse emissioni carboniche. Allo stesso tempo, nel tentativo di raggiungere gli obiettivi del progetto, il consiglio ha confermato il contenuto del piano di azione quinquennale, il quale delinea le attività specifiche che avranno inizio nel corso dell’anno. Il piano è in fase di sviluppo da quando lo scorso 8 aprile Toyota City è stata selezionata dal ministero giapponese dell’Economia commercio e industria come area dimostrativa per un sistema energetico e sociale di nuova generazione.
Il consiglio sarà coordinato da quattro entità: Toyota City, Toyota Motor Corporation, Chubu Electric Power Co., Inc., e la Dream Incubator Inc.
Caratteristica distintiva del progetto è in primo luogo il fatto che sarà focalizzato soprattutto sui cittadini locali, puntando all’ottimizzazione dell’utilizzo energetico nella vita quotidiana a livello di comunità, attraverso iniziative dirette alla riduzione delle emissioni di CO2 domestiche, in aumento negli ultimi anni, per poi estenderle a livello di comunità.  In secondo luogo, il progetto promuoverà iniziative atte a trasformare settori quali quello del trasporto pubblico e modificare lo stile di vita dei cittadini. Introducendo una serie di strutture e sistemi mirati alla creazione di una società con basse emissioni carboniche, grazie anche alla coordinazione con le infrastrutture di elettricità e gas, il progetto andrà inoltre a proporre dei ragionevoli cambiamenti, basati sull’effettivo utilizzo di energia e sugli stili di vita, nei comportamenti della cittadinanza locale. In questo modo, la missione del progetto diventa quella di creare un nuovo ed ottimale sistema sociale, in grado di migliorare la soddisfazione della popolazione, promuovere una società con basse emissioni e ridurre i costi per lo sviluppo di infrastrutture sociali.
In linea con tali obiettivi, il progetto proverà a ottimizzare l’utilizzo sia dell’energia domestica che di quella “on-the-go”, costruendo un sistema di trasporti pubblici a basse emissioni, che risulterebbe in un utilizzo energetico ottimale in tutti gli aspetti della vita quotidiana. Mediante queste misure il progetto punta a una riduzione delle emissioni di CO2, l’obiettivo primario, pari al 20% (70% o più per le Smart House) e una riduzione delle emissioni nel settore dei trasporti pari al 40%. Queste iniziative sono inoltre state pensate con lo scopo di creare una società regionale esemplare basata sulla triplice cooperazione tra cittadini, governi locali e imprese private.
Con un ulteriore occhio all’espansione, non solo in Giappone ma anche Oltreoceano, è auspicabile che vengano realizzati altri sistemi che siano adatti ai differenti ambienti sociali, che si tratti di regioni o nazioni, oppure paesi sviluppati o ancora in via di sviluppo. Andando avanti, i membri del consiglio lavoreranno in linea con il piano d’azione per assicurare i luoghi destinati a questo progetto dimostrativo, per accelerare il design e lo sviluppo delle strutture da introdurre, e garantire altre opere preliminari prima di iniziare il progetto di verifica intorno alla primavera del 2011.
Partecipano fin oggi al progetto: Toyota City, Chubu Electric Power Co., Inc., Circle K Sunkus Co., Ltd., Denso Corporation, Dream Incubator Inc., Eneres Corporation, Fujitsu Limited, Kddi Corporation, Lawson Inc., Mitsubishi Corporation, Mitsubishi Heavy Industries, Ltd., Nagoya Railroad Co., Ltd.,  Sharp Corporation, Toho Gas Co., Ltd., Toshiba Corporation, Toyota Housing Corporation, Toyota Industries Corporation, Toyota Motor Corporation, Toyota Smile Life Inc., Toyota Tsusho Corporation. (ore 12:30)

NO COMMENTS

Leave a Reply