Milano – MV Augusta torna ad essere completamente italiana. Harley-Davidson, infatti, l’ha rivenduta alla MV Agusta Motor Holding di Claudio e Giovanni Castiglioni ched era stata la precedente proprietaria del marchio italiano di moto sportive alto di gamma fino al 2008 quando Harley-Davidson aveva acquisito l’azienda. Nell’ottobre 2009 Harley-Davidson aveva reso noto di voler vendere la MV Agusta per focalizzare le risorse sul brand principale e si era prospettata la possibilità che l’azienda italiana rimanesse di prorpietà d’un costruttore estero ma l’operazione si è conclusa nel modo auspicato da più parti.
Il conte Domenico Agusta fondò nel 1945 la Meccanica Verghera Agusta, da cui il più conosciuto acronimo MV Agusta, che ha prodotto motociclette commerciali e da competizione dal 1945 al 1977. Il suo nome è particolarmente legato alle competizioni motociclistiche: in quelle del motomondiale si è aggiudicata 75 titoli iridati (38 piloti e 37 costruttori), ed è ancora oggi la casa motociclistica europea più vincente di sempre, seconda nel mondo solo alla Honda. Il marchio fu ceduto nel 1990 alla Cagiva e quando il Gruppo Cagiva piombò in una crisi finanziaria molto grave con nefaste conseguenze sulla continuità della produzione i fratelli Castiglioni tentarono un accordo con il gruppo Piaggio che non si è conclus quando ormai i giochi sembravano fatti. Solo nel corso del 2004, grazie all’accordo con la malese Proton, la situazione si è definitivamente sbloccata e tutto il gruppo, denominato non più Cagiva ma Gruppo MV Agusta (che comprendeva MV Agusta stessa, Cagiva, Husqvarna) ha potuto riprendere l’attività. Il 27 dicembre 2005, a distanza di un anno dall’acquisizione, la Proton ha ceduto il suo pacchetto azionario, pari al 57,57% del Gruppo MV Agusta, ad un gruppo finanziario Italiano (Gevi S.p.A) al prezzo simbolico di 1 euro, dovuto all’acquisizione da parte di quest’ultimo di tutti i debiti, e con un impegno al mantenimento dell’azienda. Della fine del 2007 la notizia dello scorporo delle attività e conseguente vendita della Husqvarna al Bmw Motorrad. L’11 luglio 2008 la Harley-Davidson ha preannunciato il rilevamento del Gruppo italiano comprensivo del marchio Cagiva per circa 70 milioni di euro (109 milioni di dollari) per espandere il proprio business in Europa. L’operazione ha avuto definitiva conclusione nell’agosto dello stesso anno. A ottobre 2009 la Harley, alla presentazione dei conti del trimestre, ha comunicato l’intenzione di cederla nuovamente e nei giorni scorsi il marchio è stato nuovamente ceduto a Claudio Castiglioni. (ore 09:20)

NO COMMENTS

Leave a Reply