Le compagnie low cost danno già per fatta la cosa, ma se ne parla da un bel po’ di tempo e ancora non si è giunti ad una conclusione. Rinunciando alla classica poltrona, e all’uso gratuito della toilette, si potrà volare in Europa con un biglietto di  soli 5 euro.
Dopo le proposte lanciate a riguardo dal numero uno della Ryanair, Michael O’Leary, ora una azienda italiana è pronta ad offrire alle compagnie che ne facciano richiesta la fornitura dello SkyRiders, il sedile… per non sedersi.
La Aviointeriors, specializzata nell’arredamento interno dei velivoli, definisce lo SkyRiders come <<un sedile, ne più ne meno che quello adottato da un qualsiasi scooter, quindi non propriamente in piedi, ma con un appoggio tanto per il bacino che per spalle e gambe, nonostante dal punto di vista pratico ed economico le dimensioni facciano molto differenza rispetto ad una poltrona classica, perfino di classe economica>>. Si tratta di un sistema razionale, spiegano, perché verrà mantenuta la possibilità di sistemare un piccolo bagaglio a mano o di trattenere i vestiti con appositi ganci.
Skyrider contiene naturalmente un sistema di cinture di sicurezza definito perfino più efficiente di quello che adotta una normale poltrona. L’obiettivo di Ryanair, adesso, non è solo quello di cambiare posizione dei passeggeri, quanto modificare la distribuzione dello spazio interno di un aereo: 15 file di posti in piedi sostituirebbero le ultime 10 file di sedili tradizionali, aumentando di 50 passeggeri la capacità dei Boeing anche grazie allo stratagemma dell’eliminazione delle toilette di coda, mentre quelle in prua diverrebbero a pagamento.
La posizione non ancora ufficiale di Ryanair è che i posti aggiuntivi potrebbero essere perfino gratuiti, o comunque non costare più di 5 euro ciascuno, ma queste argomentazioni non hanno ancora convinto la  Civil Aviation Authority, l’agenzia che regola l’aviazione civile inglese. (ore 18:30)