Peugeot, nuove motorizzazioni Euro 5

Peugeot, nuove motorizzazioni Euro 5

0 3

Parigi – Peugeot completa il passaggio ad Euro5 dei motori della gamma (rinnovamento iniziato nell’autunno scorso), abbassando ulteriormente il livello di emissioni di CO2 dei suoi veicoli e aggiornando alla nuova normativa antinquinamento la motorizzazione 1.6 HDi FAP su 308, 3008 e 5008.
Il rispetto della direttiva comunitaria Euro 5 ha rappresentato anche l’opportunità per migliorare e ottimizzare le prestazioni dei propulsori.
Per soddisfare le nuove norme Euro 5, il Gruppo PSA Peugeot Citroën ha investito circa 1,5 miliardi di euro in 4 anni. L’importante investimento permette oggi a Peugeot di offrire una gamma di motori, benzina e diesel, completamente rivista, con una riduzione dei consumi e delle emissioni di CO2 e con un miglioramento delle prestazioni, in termini di brio, piacere di guida e silenziosità.
Peugeot ha rafforzato, quindi, la propria leadership nei veicoli a basse emissioni di CO2 (il 50% delle Peugeot vendute nel mondo ha emissioni di CO2 inferiori ai 140 g/km) con un’offerta  molto ben posizionata, in termini di emissioni, per ciascun segmento di mercato:
107 a partire da 103 g/km CO2
206 Plus a partire da 104 g/km CO2
207 a partire da 99 g/km CO2
308 a partire da 114 g/km CO2
3008 a partire da 129 g/km CO2
5008 a partire da 136 g/km CO2
Bipper Tepee a partire da 112 g/km CO2 (in corso di omologazione)
Partner Tepee a partire da 139 g/km CO2
807 a partire da 155 g/km CO2
RCZ a partire da 139 g/km CO2
Per raggiungere questi risultati ambiziosi, gli ingegneri hanno lavorato su differenti leve tecnologiche. Per i motori di ultima generazione, gli obiettivi prefissati  sono stati raggiunti grazie al miglioramento della gestione  elettronica ed all’evoluzione di alcuni organi meccanici. Su altre motorizzazioni, al contrario, è stato necessario rivedere profondamente l’architettura per integrare tecnologie all’avanguardia. E’ il caso, sia dei nuovi 1.6 HDi FAP, nelle due versioni da 68 kW (93 cv) e 82 kW (112 cv),  e del nuovo1.4 HDi FAP da 50 kW (70 cv) che hanno più del 50% di nuovi componenti, sia delle soluzioni tecniche dei 2.0 HDi  FAP e 3.0 V6 HDi FAP. Questi propulsori, infatti, hanno una camera di combustione di ultima generazione ECCS, nuovi  trattamenti EGR, un turbocompressore  a bassa inerzia e una maggiore pressione di iniezione.
Invece, i motori benzina che, per quanto riguarda ad esempio gli NOx, avevano emissioni già conformi alla normativa Euro 5, sono stati oggetto di interventi concentrati principalmente sull’ottimizzazione del consumo, senza perdere di vista il piacere di guida.
Le nuove motorizzazioni Euro 5 sono parte importante di una politica ambientale impegnativa e ambiziosa. Sfida ambientale che Peugeot affronterà lanciando, a fine 2010, iOn, veicolo 100% elettrico a zero emissioni e, nella prima metà del 2011,  3008 HYbrid4, primo ibrido diesel al mondo, capace di offrire una potenza di 200 cv a fronte di soli 99 g/km di emissioni di CO2. (ore 17:20)

NO COMMENTS

Leave a Reply