Handelsblatt  – Hort Neumann, capo del personale di Volkswagen Group, ha annunciato che il colosso di Wolfsburg ha in programma di creare nel medio termine fino a 50mila nuovi posti di lavoro a livello mondiale, di cui 5-6mila in Germania entro il 2015. Attualmente il gruppo ha 400mila dipendenti in tutto il mondo.
Il piano segue l’annuncio del mese scorso di investimenti per 51,6 miliardi di euro nei prossimi 5 anni e conferma la volontà di Volkswagen di diventare il primo produttore mondiale entro il 2018.
L’ottimo stato di salute dell’industria automobilistica tedesca è evidenziato anche dal fatto che le catene di montaggio continueranno a produrre a pieno ritmo a Natale, grazie alla fortissima domanda di auto. La Bmw ha deciso di mantenere in attività le fabbriche di Lipsia e Dingolfing, in Baviera, anche durante le festività natalizie, mentre Opel ha già ridotto di una settimana le vacanze di Natale nella sua principale fabbrica di Ruesselsheim e da gennaio aumenterà i turni di produzione. Audi annuncia l’aumento dei turni supplementari nel mese di dicembre nella sua fabbrica di Ingolstadt, mentre Volkswagen ha deciso di tagliare di una settimana le ferie natalizie, riaprendo già il 3 gennaio gli impianti di Dresda, Emden e Wolfsburg. A pieno ritmo girano anche gli impianti dell’indotto, con la Continental che si appresta ad annullare le ferie natalizie in alcuni impianti per la produzione di pneumatici. (ore 13:00)