Sao Paulo – La Fiat, da nove anni leader del mercato autoveicolistico brasiliano, investirà 3 miliardi di reais (circa di 1,3 miliardi di euro) per la realizzazione di una nuova fabbrica nel complesso industriale Portuario di Suape, nello Stato di Pernambuco. Questa cifra fa parte del piano di investimenti di 10 miliardi di reais (4,4 miliardi di euro) che la Fiat ha già deciso di destinare al Brasile tra il 2011 e il 2014 (7 miliardi alla regione del Minas Gerais).
Il nuovo stabilimento sarà un investimento strategico per la Fiat, per lo Stato di Pernambuco e per la regione del Nordest poiché si inserisce in un ampio programma d’industrializzazione e sviluppo economico e sociale della regione. Gli investimenti di 3 miliardi di reais includono la costruzione della fabbrica, del Centro ricerche, la progettazione e lo sviluppo di nuovi prodotti e piattaforme, oltre all’addestramento delle risorse umane.
L’impianto della Fiat sarà al centro di un polo industriale che si formerà in un’area di 4,4 milioni di metri quadrati, situata nel complesso industriale di Suape. La zona industriale riunirà anche fornitori di componenti e sistemi in un moderno complesso di business e produzione con notevoli vantaggi sotto il profilo logistico e di efficienza.
La localizzazione strategica di Suape rappresenta infatti un fattore positivo nella movimentazione di componenti e di prodotti finiti e ciò porterà guadagni di competitività per il mercato automobilistico. La nuova fabbrica sarà progettata per produrre circa 200 mila unità all’anno. A pieno regime, il polo industriale di Suape potrà creare 3.500 posti di lavoro diretti, estendendo la sua influenza anche ad altri settori. La fabbrica produrrà nuovi modelli di automobili sviluppati in Brasile e destinati al mercato interno e latino-americano.
Il progetto include anche l’installazione, per iniziativa del Governo dello Stato di Pernambuco, del centro di addestramento e formazione per l’intero polo industriale.
<<L’impianto che sarà realizzato nello Stato di Pernambuco – sottolinea Sergio Marchionne, amministratore delegato del Gruppo Fiat – rappresenta per noi un passo molto importante nell’ambito della strategia di rafforzamento internazionale di Fiat. Il Brasile, dove nel 2014 puntiamo a raggiungere la quota di oltre un milione di vetture vendute all’anno, è un’area strategica per la nostra espansione. Obiettivo del Gruppo è anche quello di contribuire ulteriormente allo sviluppo economico, tecnologico e industriale di questo Paese in cui siamo presenti con l’automobile da quasi quarantanni>>.
<<Con questa operazione
– commenta Cledorvino Belini, amministratore delegato di Fiat Automoveis S.A. (Fiasa) – la Fiat riafferma la sua fiducia nel Brasile dove investirà complessivamente 10 miliardi di reais. Siamo consapevoli dell’importanza di contribuire allo sviluppo regionale di Pernambuco e del Nordest, installando questa fabbrica che sarà l’asse di un nuovo polo industriale. La Fiat ha già una storia di successo in Minas Gerais, dove da anni contribuisce allo sviluppo industriale, economico e sociale>>. (ore 19:00)