Il 37% sceglie il guidatore designato

Il 37% sceglie il guidatore designato

Roma – Aci e Diageo Italia, leader mondiale delle bevande alcoliche premium, hanno presentato oggi i risultati di “Divertiti responsabilmente”, la campagna di sensibilizzazione sui temi dell’alcol e della sicurezza stradale che si è articolata durante l’estate sull’intero territorio nazionale. Patrocinata dal ministro della Gioventù, l’iniziativa ha raggiunto più di 4.000 giovani nei pub e nelle discoteche delle più famose località di divertimento della penisola, con il coinvolgimento di 180 sedi Aci in 8 regioni e 13 province.
Nel corso della campagna sono stati distribuiti gratuitamente più di 9.000 alcol test e sono stati individuati 1.050 i guidatori designati che per una sera hanno deciso di non bere bevande alcoliche per riportare a casa gli amici con la propria auto.
Con “Divertiti responsabilmente” è stato lanciato Date, l’alcol-test digitale su
smartphone e cellulare, scaricabile dal sito www.date-alcoltest.it. L’applicazione – che tra luglio e dicembre ha contato 10.280 download – permette di calcolare il tasso alcolemico sulla base delle tabelle predisposte dal Ministero della Salute.
L’efficacia della campagna di sensibilizzazione è stata misurata con un ricerca condotta da Gfk Eurisko su un campione di ragazzi tra i 18 e i 34 anni che hanno partecipato all’iniziativa. Dall’indagine è emerso che il 37% di giovani ha introdotto regolarmente la pratica del guidatore designato tra le proprie abitudini. Dopo aver partecipato a una tappa del tour, il 93% degli intervistati riconosce che tale soluzione sia la più efficace per evitare i rischi derivanti dalla guida in stato di ebbrezza. Il 91% dei ragazzi chiede inoltre nuovi sforzi di sensibilizzazione da parte delle istituzioni e l’82% auspica maggiori controlli sulle strade.
<<Gli effetti positivi dell’azione di sensibilizzazione per contrastare la guida sotto l’effetto di sostanze alcoliche cominciano a farsi vedere – dichiara Enrico Gelpi, presidente dell’Aci – e i giovani dimostrano maggiore attenzione, sono sempre più consapevoli delle conseguenze che derivano da comportamenti e stili di vita non adeguati. Dobbiamo intensificare questa azione e rafforzare l’educazione dei conducenti con un percorso articolato di formazione continua, perché l’unica soluzione possibile per contrastare gli incidenti imputabili all’alcol è la massima diffusione del concetto secondo il quale chi guida non beve. In quest’ottica la famiglia e la scuola svolgono un ruolo primario con esempi ed insegnamenti di vita equilibrati>>.
<<Le interviste condotte durante la campagna
– spiega José Aidar Neto, amministratore delegato di Diageo Italia – mostrano che i giovani non sono così irresponsabili come spesso vengono dipinti, e che anzi emerge una sempre maggiore consapevolezza dell’importanza di assumere comportamenti corretti in tema di alcol e guida. Nei quattro anni di campagna abbiamo promosso la formazione della cultura del guidatore designato invitando decine di migliaia di ragazzi a non bere e guidare, e siamo orgogliosi di aver portato un contributo tangibile a mitigare il problema dell’incidentalità stradale legata alla guida in stato di ebbrezza nel nostro Paese>>.
<<Il Governo, che ho avuto l’onore di rappresentare in quasi due anni di lavoro del Parlamento sul nuovo codice della strada, vuole dare un messaggio a tutti i ragazzi e a tutte le ragazze: la sicurezza prima di tutto, l’ebbrezza la dà una vita da vivere e non la velocità di un momento>>,
ha dichiarato Bartolomeo Giachino, sottosegretario di Stato alle Infrastrutture e Trasporti.
<<Il dramma delle stragi del sabato sera non si risolve con la bacchetta magica. Come ministero della Gioventù abbiamo sempre lavorato per mettere in campo un’azione di sistema e intervenire su diversi fronti. Divertiti Responsabilmente è la dimostrazione degli ottimi risultati che si possono ottenere quando pubblico e privato si alleano per il bene comune>>, ha dichiarato Giorgia Meloni, ministro della Gioventù.
Aci e Diageo sono stati tra i primi promotori di iniziative nazionali per la sensibilizzazione dei consumatori sul tema dell’alcol e della sicurezza stradale. L’iniziativa “Divertiti responsabilmente” è l’evoluzione delle precedenti quattro edizioni, dal nome “Mi chiamo Guido e stasera non bevo” (2006), “Guida il tuo team” (2007 e 2008) e “Stasera guido io” (2009). (ore 16:20)

NO COMMENTS

Leave a Reply