Roma – Emma Marcegaglia, presidente di Confindustria, ha dichiarato che  reputa possibile <<cambiare la riforma del 2009 sui contratti. La proposta di Federmeccanica, che guarda alla possibilità di contratti aziendali che possano anche sostituire il contratto collettivo potrebbe andare oltre il settore dei metalmeccanici ed essere recepita nel contesto più ampio dell’accordo del 2009 sulla riforma del modello contrattuale>>.
Della stessa opinione si è dichiarato il direttore generale di Federmeccanica, Roberto Santarelli, secondo il quale <<bisogna modificare la riforma del modello contrattuale del 2009 prevedendo la possibilità che il contratto aziendale sia sostitutivo di quello nazionale>>. Santarelli ha spiegato che <<saranno necessarie regole certe sulla rappresentanza. Federmeccanica ha 12mila aziende associate e il contratto nazionale sarà utilizzato da almeno 11.500 di esse>>. (ore 19:00)

NO COMMENTS

Leave a Reply